Ravello. Un 51enne decide di pernottare in albergo ma perde la pazienza trovandolo chiuso, sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio

Paura la scorsa notte in Piazza Vescovado a Ravello dove un uomo di 51anni, proveniente da Sabaudia, ha cominciato a manifestare la propria rabbia urlando ed inveendo dopo aver appreso che l’albergo dove aveva deciso di cenare e poi trascorrere la notte era chiuso. L’uomo aveva scelto proprio quella struttura ricettiva per motivi sentimentali, perché in quell’albergo i suoi genitori avevano trascorso tanti anni fa la prima notte di nozze. E vedere i suoi piani andare in fumo gli ha fatto perdere la pazienza, al punto tale da rendere necessario l’intervento dei Carabinieri e di un’ambulanza della Croce Bianca. Nel frattempo è stata contattata la figlia del 51enne la quale ha rivelato che il padre si sottopone a cure specifiche perché affetto da una patologia neurologica. Il personale sanitario intervenuto sul posto, dopo molto tempo, è riuscito a calmare l’uomo e l’ha accompagnato presso il centro psichiatrico dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore dove è stato sottoposto al TSO, il trattamento sanitario obbligatorio.

Commenti

Translate »