Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Oggi giornata mondiale vittime della strada: quante morti in Costiera Amalfitana e Penisola Sorrentina

Oggi, domenica 17 novembre, si celebra la giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada. Soltanto nel 2018 in Italia gli incidenti stradali sono stati 172.553 e le persone che hanno perso la vita sono state 3.334, quelle ferite 242.919. Numeri altissimi che fanno riflettere: si parla, infatti, di una media di 9 morti al giorno.

Dati sconcertanti che vedono protagonisti anche i giovanissimi: sono saliti, infatti, del 26% i decessi di ragazzi tra 15 e 19 anni.

La stessa Unione europa ha fissato per il 2050 un obiettivo ambizioso e sicuramente importante: arrivare a “zero vittime” sulle strade. Obiettivo più o meno a lungo termine che vede anche un altro obiettivo realizzabile entro il 2030, ovvero la riduzione del numero dei morti per incidenti stradali del 50 per cento.

Sono traguardi che ora appaiono ancora lontani, come afferma l’Associazione Italiana Familiari Vittime delle Strada (Aifvs) in occasione di questa giornata che, ricordiamo, è stata proclamata dall’Onu nel 2005 e riconosciuta ufficialmente anche in Italia nel 2017 ogni terza domenica di novembre. Durante questa giornata sono stati organizzati eventi e attività in ricordo di chi ha perso la vita a causa degli incidenti, tra commemorazioni civili e religiose, iniziative di sensibilizzazione, convegni.

In Costiera Amalfitana e in Penisola Sorrentina ogni anno muoiono tantissime persone. A prescindere da dati ufficiali (se fosse possibile realmente elaborarli), ogni anno nelle due costiere ci troviamo a dover fare la cronaca di diversi incidenti.

Diverse le cause: in primis autisti e centauri spericolati, nel senso che non rispettano i limiti di velocità su strade ben note per le pericolose curve, in altri casi si parla di incidenti che vedono protagonisti anche turisti stranieri, che non conoscono a pieno il territorio e alle volte sono autori di manovre azzardate. Spesso, però, sono anche vittime delle manovre sconsiderate di qualche residente. Insomma, per le ragioni più svariate, tra le due Costiere ogni anno sono tantissimi gli incidenti stradali mortali e questa giornata potrebbe essere davvero utile per cercare di sensibilizzare la gente del posto sul tema.

Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia, ha così parlato: “La giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada deve trasformarsi in un momento di riflessione su un fenomeno drammatico, che non possiamo considerare tributo fisiologico al nostro bisogno di mobilità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.