Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Chi è Matilde Hidalgo de Procel a cui oggi Google dedica il suo doodle

Oggi Google dedica il doodle a Matilde Hidalgo de Procel. Ma vediamo insieme di chi si tratta. Era ecuadoriana ed è stata la pioniera dei diritti delle donne, un medico, una poetessa ed un’attivista. Nacque a Loja il 29 settembre 1889 ed a lei spetta più di un primato. Fu la prima donna a laurearsi in una scuola superiore in Ecuador, la prima donna a votare alle elezioni in America Latina e la prima donna a ricoprire la carica eletta nel suo Paese. Quando era molto giovane perse il padre e la madre, con il suo lavoro di sarta, riuscì a mantenere lei ed i suoi cinque fratelli agli studi, pur se con grandi difficoltà e sacrifici. Matilde dopo ave conseguito la licenza media decise di voler proseguire il cammino di studi anche se dovette scontrarsi con la comunità che non vedeva di buon occhio questa sua decisione al punto che le altre madri proibirono alle proprie figlie di fare amicizia con lei ed addirittura un sacerdote la obbligò ad ascoltare la messa restando due passi al di fuori dell’ingresso della chiesa. Ma lei era decisa nella sua scelta e continuò a studiare fino ad ottenere il diploma con il massimo dei voti e la lode, per poi continuare il percorso presso l’Università di Cuenca e nel 1921 fu la prima donna ecuadoriana ad ottenere un dottorato, nello specifico in medicina. Nel 1923 convolò a nozze con l’avvocato Fernando Procel e dal loro matrimonio nacquero i due figli Fernando e Gonzalo Procel. Fernando divenne medico come la madre mentre Gonzalo un brillante architetto. Matilde Hidalgo de Procel morì a Guayaquil il 20 febbraio 1974 ed a lei il governo ecuadoriano ha conferito la medaglia al merito e la medaglia della sanità pubblica.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.