Inter,in Europa una vera regina

In trasferta l’Inter è la regina d’Europa. Non solo della Serie A, ma anche dei 5 principali campionati del Vecchio Continente. Per il momento Conte ha fatto il pieno di punti: 5 successi su 5 e 15 punti portati a casa. Ha lasciato per strada qualcosa a San Siro dove lo score è meno esaltante (3 successi, 1 pari e 1 ko), mentre lontano dal Meazza (anche se il derby si è giocato in casa del Milan) non ha sbagliato un colpo. Numeri da grande squadra che può puntare in alto. Anche se sa bene che mantenere questo ritmo sarà impossibile, l’ex allenatore del Chelsea spera di allungare ulteriormente la serie positiva oggi pomeriggio a Bologna contro un’avversaria che gli porta abbastanza fortuna: se da un lato non è mai stato superato dai rossoblù in 8 incontri tra Serie A, Serie B e Coppa Italia, dall’altro va detto che non ha un record (4 successi e 4 pari) all’altezza di quelli che può vantare con altre medio-piccole. Ecco perché ieri non si fidava e predicava massima attenzione.
REGINA D’EUROPA. La cinquina calata da Conte lontano dal Meazza in Serie A ha messo in fila tutta la concorrenza visto che la Juventus è stata fermata a Firenze e a Lecce e di punti in trasferta ne ha conquistati “solo” 11 su 15. Meglio rispetto ai bianconeri ha fatto l’Atalanta (14), ma in 6 gare “on the road”. In Inghilterra il Liverpool ha sporcato il suo ruolino di marcia lontano da Anfield pareggiando due settimane fa sul campo dello United e adesso ha 4 successi e 1 pari. In Spagna il Barcellona implacabile tra le mura amiche (5 affermazioni su 5), è stato battuto a Bilbao e a Granada ed è stato fermato sul pari a Pamplona dall’Osasuna; in Germania la capolista Borussia Mönchengladbach ha perso a Dortmund, mentre le inseguitrici, Wolfsburg e Bayern Monaco, hanno pareggiato 2 volte a testa. In Francia il rullo compressore Psg è andato fuori strada a Rennes e ieri sera a Digione. Chi sono le uniche squadre del Vecchio Continente che in trasferta hanno solo vinto? Il Bruges, capolista in Belgio, è un caso singolare: tra le mura amiche ha all’attivo 3 vittorie e 3 pareggi, mentre lontano dal proprio pubblico ha ottenuto 6 successi su 6, grazie a 15 reti segnate e una sola subita. Un cammino impressionante. In Portogallo invece un record immacolato lo ha il Benfica che ha perso l’unico incontro sui 9 disputati al Da Luz contro il Porto, ma che fuori ha piazzato un 4 su 4 che gli sta garantendo il primato in classifica.NUMERI “STRANI”. E pensare che in trasferta l’Inter non ha i numeri migliori della Serie A né per quanto riguarda i gol segnati né per quel che riguarda quelli subiti. L’attacco più prolifico lontano da casa è quello dell’Atalanta che ha giocato una partita in più (6 contro 5), ma che di reti ne ha firmate 16 contro le 13 degli uomini di Conte. A livello di gol subiti la situazione è anche “peggiore” (usiamo le virgolette visti i punti conquistati…): Handanovic ne ha messi al passivo 6 in 5 match, anche se 3 sono arrivati a Reggio Emilia nel blitz contro il Sassuolo. La Roma ne ha incassati 2 in 5 partite, il Cagliari e la Juventus 3 rispettivamente in 4 e 5 sfide esterne, ma ha fatto meglio anche il Verona (5). Qualcosa, insomma, anche in trasferta si può migliorare, fermo restando che Conte sarebbe già contento se il risultato a Bologna oggi fosse lo stesso delle ultime 5 gare lontano da San Siro.
fonte:corrietrredellosport

Commenti

Translate »