Quantcast

Castellammare. Clan Cesarano: due dei venti arrestati di nuovo in libertà

Nuovi sviluppi che riguardano la vasta operazione della guardia di finanza di Napoli, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia partenopea, nei confronti del clan Cesarano di Castellammare di Stabia per il quale è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 20 persone responsabili dei reati di associazione per delinquere di stampo camorristico, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti.

Ora, un riesame di Napoli prevede la scarcerazione di due dei venti arrestati lo scorso 12 novembre. La sezione 12, con il Presidente Pepe, ha infatti accolto la richiesta di riesame avanzata dal legale Massimo Autieri ordinando l’immediata scarcerazione di Pietro Gaudio e di Luigi​ La Mura in carcere da 2 settimane.

Le investigazioni, ricordiamo, sono state avviate grazie alla denuncia di un imprenditore di Castellammare di Stabia operante nel settore delle “slot machines”, hanno consentito di ricostruire un analitico e voluminoso quadro indiziario sulla riorganizzazione del sodalizio criminale stabiese, sulla nuova struttura organigrammica e sulle modalità operative mediante le quali veniva imposto il controllo sulle attività economiche della zona o venivano gestiti traffici a scopo di lucro, accumulando in questo modo entrate illecite.

Commenti

Translate »