Quantcast

Batosta per il Vico Equense, sconfitta per 3-0 contro Virtus Avellino

Sconfitta non priva di recriminazioni in casa della Virtus Avellino complici due espulsioni e un paio di decisioni arbitrali rivedibili. Il Vico, comunque, ha fatto poco per pareggiare la voglia di vincere dei biancoverdi. Spano, vista l’emergenza a centrocampo per l’infortunio di Alfano (in panchina per onor di firma) e la squalifica di Gargiulo, ha schierato nella zona nevralgica del campo i due giovanissimi Coppola e Sannino. Recuperati in difesa Savarese e Correale (2000), dentro in avanti dall’inizio Carnicelli al fianco di Varriale.

Partono decisamente meglio i locali con una grossa occasione sprecata da Merola che da pochi passi manda fuori. Al minuto undici vantaggio Virtus con la rete di Modano bravo a sfruttare un preciso assist mancino da sinistra di D’Avella. La reazione del Vico si concretizza al diciottesimo con un destro dai venti metri di Schettino che viene deviato in corner da Robertiello. Poi è solo Virtus con un miracolo di Munao su Merola al 29’ ed un salvataggio in corner a fine primo tempo di Correale su destro a botta sicura di Cucciniello.

Ripresa con Modano in evidenza al 57’ ma ancora una volta Munao è attento. Il Vico ci prova con i cambi ma Savarese viene espulso al 68’ per un contatto con Modano che l’arbitro sembrava aver ignorato in un primo momento. Munao si esalta su Trezza (colpo di testa) al 76’. Proprio Trezza al 83’ salva sulla linea il pallone del possibile 1-1 indirizzato da Russo all’angolino. Clamoroso il rigore assegnato due minuti dopo alla Virtus per un inesistente fallo di mani di Arenella che da terra controlla il pallone con il petto in maniera evidente. Trasforma Fragiello per il 2-0. Per proteste espulso Varriale e poi D’Avella chiude i conti e firma il 3-0 finale.

Commenti

Translate »