Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sant’Agnello vicenda cani maltrattati. Il WWF e Vitiello invito alla prudenza. Intanto continua raccolta firme

Più informazioni su

Sant’Agnello. Continua la protesta per i presunti maltrattamenti di cani. Intanto facciamo una PREMESSA. Positanonews ha riportato, citando la fonte, quanto trapelava dal gruppo Facebook “Miglioriamo Sant’Agnello” con decine di persone che accusavano di maltrattamenti di cani una signora che avrebbe avuto precedenti analoghi, al proposito è intervenuto anche il sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani con un post, il vice Giuseppe Gargiulo sul posto, carabinieri e polizia di Sorrento, l’ASL di Castellammare di Stabia – Sorrento, la Procura di Torre Annunziata ( Napoli ) ..

Positanonews dunque non ha fatto altro che riportare quanto detto, poi siamo stati sul posto il pomeriggio di domenica. UNICA TESTATA GIORNALISTICA . Abbiamo fatto una diretta facebook , vicini e altre persone che riferivano varie cose. Dunque abbiamo fatto UN LAVORO STRAORDINARIO , salvo non poter salire sul posto.  Un assembramento di 100 persone da tutta la Campania, forze dell’ordine del circondario e istituzioni, è grave chi non ne ha parlato e non ha documentato, dal punto di vista giornalistico, non chi lo ha fatto. Siamo stati testimoni di una protesta e non abbiamo espresso giudizi , ma informato su di essa.

Abbbiamo anche informato della conclusione, l’ ASL è intervenuta, dopo svariato tempo, accertando che non ci sarebbero maltrattamenti. Ma rimangono video e foto di presunte morti o maltrattamenti

Su questa documentazione interviene Claudio d’ Esposito, presidente del WWF Terre del Tirreno, sul suo profilo facebook personale. Quindi non con un comunicato ufficiale e istituzionale, ma interviene in particolare per una foto, contraddetta da un video.

“… premetto che sto dalla parte degli animali e dell’accertamento dei fatti e delle responsabilità … ma non condivido quella che appare una mistificazione e una alterazione della realtà. La FOTO, diffusa in rete, mostra chiaramente (???) un povero cane morto e già mummificato!!! Un orrore ormai visibile da tutti. I commenti di chi ama tali povere bestiole si sono sprecati… fino al punto di augurare alla “strega” analoga sorte. Ma poi è apparso un video dove il cane “resuscita” … e sta leccando qualcosa, forse cibo, da dietro al materasso posizionato sul vetro perchè la tapparella è rotta o per evitare che i “curiosi” curiosano?”

Dall’altra parte gli animalisti rispondono con altri video, ma sempre esterni all’abitazione e, con l’ ENPA, stanno ancora sul piede di guerra. Tante le cose che non quadrano, per loro, i tanti animali presenti , i precedenti della signora sui cani, ancora i video e gli audio e le testimonianze INDIRETTE ( Nessuno ha visto quello che succede dentro, si parla sempre di rumori etc”.

Dunque senza demonizzare nessuno e niente gli animalisti che stanno ancora protestando si stanno incanalando verso una strada giuridica a cominciare dall’accesso agli atti per conoscere l’esito dei verbali dell’ASL

Il ragionamento di Claudio d’ Esposito, che riconduce alla calma, non fa una grinza, anzi anche noi di Positanonews invitiamo ad abbassare i toni e a rispettare la legge. In tal senso anche Michele Vitiello fra i primi ad intervenire nella vicenda anche lui con un post su facebook

#SantAgnello, questione cani maltrattati. Bene ha fatto la collettività a sollevare l’attenzione sulla questione. Ero anche io in Piazza, per provare a capire la situazione. Nel momento in cui intervengono le forze dell’ordine però bisogna avere rispetto del loro operato, e di quello della magistratura. La rabbia è tanta, ma in uno Stato di Diritto non sono ammessi processi di piazza, caccia alle streghe e giustizia privata. La giustizia non è vendetta, questo bisogna ricordarlo, sempre. Invito perciò tutti gli amici a manifestare il loro pensiero, anche il loro disaccordo più aspro, senza mai passare dalla parte del torto, quella della violenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mary Berton

    Vorrei esprimere un parere di sicuro non verrà pubblicato. È vero maltrattare gli animali è reato… Ma quello che volevo dire è questo ieri pomeriggio son passato vicino al luogo dove vi è la casa della maltrattatrice tante persone 2 auto gazzelle dei carabinieri 8 carabinieri una gazzella in borghese in arrivo…. Ma scherziamo! E poi quando ci sono cose veramente serie cosa rispondono al telefono! La macchina è fuori zona oppure tempi di attesa interminabili in più ci sono tante cose serie da fare…. Bastavano 2 carabinieri non so che pensare!