Premia Danza Positano, 50 anni fà la prima edizione all’Hotel Royal fotogallery

Premio Danza Positano, 50 anni, nel 1969, si svolgeva la prima edizione all’Hotel Royal, ecco come Alberto Testa racconta quegli anni :

2 agosto 1969: si apre all’Hotel Royal, il premio Positano per la Danza (dieci anni dopo, alla scomparsa del maestro e coreografo Léonide Massine, il Premio si intitolerà al suo nome): C’eravamo già allora, con i nostri sogni e le nostre speranze. Un po’ raminghi ma con gli stessi intendimenti e l’identica volontà trasferivamo lo scibile del Premio l’anno dopo, felicemente, all’Hotel San Pietro. Nel ’72 la manifestazione trovò la sua sede ideale a Palazzo Murat; piante esotiche, nell’aria profumi dolci e acri di fiori, un’intimità complice negli incontri esclusivi con le “stelle” della danza ed altre del cinema (una sera Franco Zeffirelli vi convogliò gli ospiti che erano Gregory Peck, Claudette Colbert, Liza Minnelli, Gore Vidal; in un’altra Nureyev e le Kessler; la Fracci come stella fissa brillò in quel cielo di estati calde e mondane). Che gente illustre dell’arte e del teatro, una tautologia, sia approdata e continui ad approdare a Positano è ormai assodato; che la migliore danza, quella dell’intelletto, delle avanguardie storiche e dei nuovi traguardi da Diaghilev a Nijinskij, da Picasso a Stravinsky, a Massine, “genius loci”, dalla Fonteyn a Nureyev, da Ezralov a Pendleton e a Lindsay Kemp sia stata omaggiata qui, forse non è noto a tutti. Sono stati premiati tutti, famosi e meno famosi o in via di diventarlo (molti attraverso questo riconoscimento si sono affermati nel mondo) e sono venuti tutti da Béjart a Vassiliev, Maximova, Makarova, Babilée, Versace, Carla Fracci, Luciana Savignano, Elisabetta Terabust, Luigi Bonino, Roberto Bolle, Giuseppe Picone a ritirare il premio ambito, ricordato dalle Enciclopedie e dai Dizionari, segnalato dalle agenzie teatrali e turistiche come appuntamento dell’anno nel corso delle oltre trenta edizioni e sì che la danza è stata definita arte elitaria. Il titolo di avvenimento, raffinato e popolare insieme, gli è stato mantenuto da quando gli invitati privilegiati di Palazzo Murat sono aumentati e sono scesi alla Spiaggia Grande per vedere più da vicino le Isole de li Galli ed immaginare, confuso tra i voli delle danzatrici, un guizzare di sirene…Infine, si fa il calcolo approssimativo che almeno cinquecento personaggi della Danza internazionale siano stati presenti a Positano: una cifra notevole, anch’essa con le ali.

Basta leggere i nomi presenti per rendersi conto di come sia nato il mito e la fama di questo premio, gli attori principali di quegli anni, in particolare i mitici anni ’80, li possiamo ammirare nella gallery allegati, tra tutti Luca Vespoli e Rudolf Nureyev.

Foto collezione Luca Vespoli – Sergio Arci ed Alessio Buccafusca, maestro delle foto di danza.

Tratto da premiodanzapositano.eu

Commenti

Translate »