Castellammare, processo “Olimpo”: astensione giudice, predisposto nuovo collegio giudicante

Nuovo colpo di scena per quanto riguarda il processo “Olimpo”, il quale vede coinvolti presunti esponenti di vari clan di Castellammare di Stabia in rapporti economici con diversi imprenditori del posto. Nella giornata di ieri, 9 settembre, i giudici del Tribunale di Torre Annunziata non hanno potuto proseguire l’iter giudiziario, poiché uno dei giudici a latere del Collegio C, la dottoressa Marano, ha deciso di presentare richiesta di astensione, richiesta accettata da parte del Presidente del Palazzo di Giustizia. Pare che alla base della decisione vi sia l’incompatibilità a causa di rapporti non meglio precisati con la controparte.

Ecco perché ora è stato predisposto un nuovo collegio giudicante, il quale dovrebbe essere eletto proprio in mattinata. Difatti è stato praticamente riazzerato l’intero “team” di giudici e ciò allungherà i tempi di un processo molto delicato. Questa mattina verrà stilato il nuovo calendario di udienze.

L’inchiesta, ricordiamo, ha portato all’arresto di diversi esponenti delle famiglie Cesarano, Afeltra, Di Martino e D’Alessandro. Si è cercato di capire quali siano i punti principali e i personaggi cardine per quanto riguarda il riciclaggio di capitali illeciti: fitti sarebbero gli accordi tra clan e imprenditori locali. Difatti, sembra che alcune imprese sarebbero state finanziate dalle cosche. Si parla persino di imprese gestite totalmente dai clan, con prestanome. Tra gli imputati oltre a Greco troviamo Michele e Raffaele Carolei, Umberto Cuomo, Luigi Di Martino e Attilio Di Somma.

Commenti

Translate »