Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Baronissi, muore a 26 anni l’ingegner Marco Aliberti. Scontro bici con moto

Scontro tra una moto ed una bicicletta, muore Marco Aliberti, ventisei anni. La tragedia si è consumata intorno alla mezzanotte di ieri in via Aldo Moro. Da una prima ricostruzione il centauro stava procedendo verso Baronissi, mentre un coetaneo salernitano arrivava in direzione opposta. Ancora confusa la dinamica su come sia avvenuto l’impatto tra i due veicoli, ciò che è certo è che il motociclista dopo lo scontro ha perso il controllo ed è caduto battendo la testa sul marciapiede. Le lesioni sono risultate mortali. Sotto shock il ciclista che è stato trasportato in ospedale per accertamenti, le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni. Sul posto due ambulanze dell’associazione Il Punto ed i carabinieri per i rilievi del caso. La salma ancora non è stata restituita ai familiari. Sarà il magistrato a decidere se richiedere o meno l’autopsia. Marco Aliberti aveva trascorso la domenica al mare insieme alla fidanzata. Una volta riaccompagnatala a casa a Giovi, stava rientrando a Baronissi.

I DUBBI
Ancora non è chiara la dinamica dell’incidente sulla quale stanno indagando i militari della locale stazione diretti dal luogotenente Mario Murano, col coordinamento della compagnia di Mercato San Severino, agli ordini del maggiore Alessandro Cisternino. La causa della morte sarebbe da attribuire alle lesioni riportate alla testa nell’impatto con l’asfalto. Perché il casco non l’ha salvato? Si lo indossava, ma deve averlo perso dopo l’impatto o prima di cadere perché è stato ritrovato a terra. Tutte ipotesi che solo le indagini sapranno dipanare, ma nulla potrà alleviare il dolore della famiglia di Marco Aliberti. Papà Giovanni e mamma Gerardina ed i fratelli. Marco era il primogenito, poi un fratello ed una sorella. Si era laureato a marzo in Ingegneria e aiutava il padre nell’attività di famiglia in via Salvator Allende: officina riparazione gomme, distribuzione carburante, autolavaggio e rivendita di tabacchi con annesso bar e tavola calda, di proprietà del padre e dello zio. Un ragazzo a modo con la testa sulle spalle che sapeva destreggiarsi tra studio, lavoro, amici e fidanzata. Incredula l’intera comunità. «Siamo profondamente colpiti e sgomenti per la tragedia che ha portato via, in un incidente stradale, il nostro giovanissimo concittadino Marco Aliberti scrive il sindaco Gianfranco Valiante sul suo profilo Facebook – Non doveva accadere! Piangiamo Marco, ci stringiamo forte alla famiglia Aliberti». La salma resta a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa che venga liberata perché possano essere disposte le esequie. Forse tra oggi e domani il magistrato deciderà se disporre o meno l’esame autoptico Intanto è ancora sotto shock il ciclista coinvolto nell’incidente che, portato presso il pronto soccorso dell’ospedale Ruggi di Salerno, è stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso. Fortunatamente le sue condizioni di salute non sembrano destare preoccupazione. Nato a Mercato San Severino, ma residente a Salerno, sembra stesse tornando a casa dopo aver terminato di lavorare in un locale di Baronissi. Il giovane, coetaneo della vittima, è un pizzaiolo e pare che adoperi la bicicletta per i suoi spostamenti. Importante sarà anche la sua ricostruzione dei fatti per permettere di capire l’esatta dinamica dell’incidente che ha portato alla morte di Marco Aliberti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.