Quantcast

A journey of a lifetime. La fine di un’esperienza di Lauren con Positanonews. Buon Viaggio!

Over my college winter break I came up with a crazy plan to study abroad. I wanted to see the world and that was going to start over the summer one way or another. After months of nagging, I convinced my parents to let me intern abroad in Sorrento, Italy. I had no idea how much that decision would change my life.

Months later, I walked into my new office at Positano News in Piano di Sorrento. I was terrified that I wouldn’t be able to do what they asked of me or I would disappoint everyone. Now, on my last day, I’m terrified and scared to leave the work I fell in love with.

Positano News taught me how to slow down and and enjoy the small things in life. I was always thinking of the big picture and just wanted to check countries off of a bucket list that I made when I was ten. Michele Cinque showed me that when you slow down and get to know your community, you can find the most interesting stories and history in local stores. We interviewed artists, shop owners, bakers, and chefs all throughout the Amalfi Coast. Each person had a unique story that I wouldn’t have know to ask about if it weren’t for Michele.

I’ll miss going and finding news and creating experiences I didn’t even know existed in Italy. One memorable day, I was writing an article in the office, when Michele came in excited about breaking news that had just happened. I didn’t fully understand what was going on at first, other than something was on fire or someone had been fired. While we didn’t go to the fire due to the danger, it was exciting and exhilarating to be constantly finding news and then writing about it.

While interviewing around the Amalfi Coast was amazing, there are also many fond memories in the office of Positano News. While writing articles or taking a break, Virginia Franza would teach me Italian or Italian culture. We would talk about deserts or traffic, and how the heat makes people crazy on the trains to Naples. Everything she told me helped me to understand the culture and way of life in Italy and because of it, I became a better writer. I found that it can be impossible to write about a culture when you don’t fully understand it.  Virginia would be patient enough with me to answer my questions and help me understand aspects of Italian life I didn’t fully grasp.

I knew my last day would be emotional, but I wasn’t expecting anything this sentimental. I was surprised with a signed calendar from my coworkers, a letter from Michele and Virginia, as well as an amazing smelling lemon. The small party they threw made me realize that in a few more hours my internship would be over, and I was surprised at how sad that made me. The relationships I’ve built and the friends I’ve made at Positano will last for the rest of my life and I know that without these people I would not be the person I am today.

To everyone at Positano News, thank you for the best and most wonderful summer and internship of my life.

Durante la mia pausa invernale al college ho escogitato un piano folle per studiare all’estero. Volevo vedere il mondo e questo sarebbe iniziato in estate in un modo o nell’altro. Dopo mesi di fastidi, ho convinto i miei genitori a farmi stagista all’estero a Sorrento, in Italia. Non avevo idea di quanto quella decisione avrebbe cambiato la mia vita.

Mesi dopo sono entrata nel mio nuovo ufficio di Positano News a Piano di Sorrento. Ero terrorizzata dal fatto che non avrei potuto fare ciò che mi chiedevano o avrei deluso tutti. Ora, nel mio ultimo giorno, sono terrorizzata e spaventata di lasciare il lavoro di cui mi sono innamorata.

Positano News mi ha insegnato come rallentare e godermi le piccole cose della vita. Pensavo sempre al quadro generale e volevo solo controllare i paesi da una lista che avevo fatto quando avevo dieci anni. Michele Cinque mi ha mostrato che quando rallenti e conosci la tua comunità, puoi trovare le storie più interessanti nei negozi locali. Abbiamo intervistato artisti, proprietari di negozi, fornai e chef in tutta la Costiera Amalfitana. Ogni persona aveva una storia unica di cui non avrei saputo chiedere se non fosse stato per Michele.

Mi mancherà andare a cercare notizie e creare esperienze che non sapevo nemmeno esistessero in Italia. Un giorno memorabile, stavo scrivendo un articolo in ufficio, quando Michele entrò entusiasta delle ultime notizie che erano appena successe. All’inizio non capivo cosa stesse succedendo, a parte qualcosa che era in fiamme o qualcuno era stato licenziato. Anche se non siamo andati al fuoco a causa del pericolo, è stato emozionante ed esaltante trovare costantemente notizie e poi scriverne.

Mentre intervistare in Costiera Amalfitana è stato sorprendente, ci sono anche molti bei ricordi nell’ufficio di Positano News. Mentre scrivevo articoli o prendevo una pausa, Virginia Franza mi insegnava la cultura italiana o l’italiano.  Abbiamo parlato di dolci, del traffico e di come il caldo fa impazzire i passeggeri sui treni per Napoli. Tutto ciò che mi ha detto mi ha aiutato a capire la cultura e il modo di vivere in Italia e per questo sono diventata una scrittrice migliore. Ho scoperto che può essere impossibile scrivere di una cultura quando non la capisci completamente. Virginia è stata  paziente con me  ed ha risposto a tutte le mie domande, aiutandomi  a comprendere aspetti della vita italiana che non avevo compreso appieno.

Sapevo che il mio ultimo giorno sarebbe stato emozionante, ma non mi aspettavo nulla di così sentimentale. Sono stata sorpresa con un calendario firmato dai miei colleghi, una lettera di Michele e Virginia e un limone dall’odore incredibile. La piccola festa che hanno organizzato mi ha fatto capire che tra qualche ora il mio tirocinio sarà finito e sono rimasta sorpresa da quanto mi ha reso triste. Le relazioni che ho costruito e gli amici che ho trovato a Positano dureranno per il resto della mia vita e so che senza queste persone non sarei la persona che sono oggi.

A tutti i miei amici di  Positano News, grazie per l’estate e lo stage migliori e più belli della mia vita.

(ora tocca a noi)

In questi mesi cari lettori avete potuto leggere le bellissime parole della nostra Lauren, una giovane studentessa di un collage americano che è arrivata qui da noi di Positanonews tramite l’istituto Sant’Anna di Sorrento. Siamo stati onorati di aver intrapreso una collaborazione con lei e di aver potuto conoscere anche la sua storia, oltre che ad apprendere meglio l’inglese.

Lauren ha portato tanta gioia in questo ufficio. La nostra piccola mascotte di soli 19 anni ci ha riempito il cuore e gli occhi con le sue belle parole.

Siamo molto tristi della sua partenza, ma cercheremo di rimanere in buoni rapporti. E’ una ragazza straordinaria che ci ha donato tanto.

Non sapevamo cosa aspettarci visto che non parla affatto la nostra lingua, visto che il suo arrivo è stato organizzato da un giorno all’altro e che non sapevamo cosa fare il giorno del suo arrivo.

Ma ce l’abbiamo fatta, anche questa volta un nostro piccolo “anatroccolo” è diventato un cigno.

Grazie Lauren Peters, la tua voglia di imparare, il tuo senso dell’osservazioni, del riassunto, la tua timidezza e la tua genuinità ci hanno riempito i giorni di lavoro di quest’estate 2019, che con te è passata troppo velocemente.

Ci mancherai. Buon viaggio!

 

Commenti

Translate »