Emergenza rifiuti in Campania, disagi in Costiera Amalfitana e Penisola Sorrentina: tristi immagini a Vietri, Positano e Sant’Agnello fotogallery

Continua imperterrita l’emergenza rifiuti in Campania. Questa mattina la situazione era assolutamente critica in diverse zone della provincia di Napoli: da Casoria a Pianura, passando per Scampia e Chiaiano. Un problema che nei mesi scorsi ha visto vittima la Capitale, e che ora vede tutta la Regione Campania in difficoltà. Disagi che vive anche Torre del Greco e Pompei, città che vivono soprattutto di turismo.

Come purtroppo spesso accade, ad avere la peggio sono le periferie della città: nel fine settimana, ad esempio, ci sono state diverse proteste da parte dei cittadini delle periferie che hanno rovesciato cassonetti in strada e i più facinorosi hanno li hanno persino incendiati. L’ASIA, azienda che si occupa della raccolta rifiuti, non riesce a svolgere appieno il proprio lavoro, per cause già note.

I disagi sono correlati in primis al termovalorizzatore di Acerra, che ha subito un guasto nei giorni scorsi. L’immondizia ha continuato ad accumularsi, senza la possibilità che venisse smaltita. Inoltre, c’è il problema delle gare d’appalto: la Regione Campania deve fare affidamento ad altre Regioni, ma nei mesi scorsi si sono verificate dei problemi per lo più legati ai prezzi esorbitanti richiesti per smaltire.

Il termovalorizzatore di Acerra dovrà subire degli interventi di manutenzione a settembre e la situazione potrebbe degenerare: il governatore De Luca ha suggerito ai sindaci di trovare altri siti di stoccaggio per fronteggiare eventuali emergenze. “L’unica soluzione alla crisi dei rifiuti è portarli fuori regione”, così si è espressa la regione Campania nella persona del vice presidente Bonavitacola per quanto riguarda i siti di stoccaggio temporaneo.

Comunque sia, l’emergenza rifiuti si è palesata anche in Costiera Amalfitana e Penisola Sorrentina. Sono diversi i comuni che in questi giorni risultano praticamente invasi dai rifiuti: le immagini che vedete testimoniano la situazione a Positano, Vietri sul Mare e Sant’Agnello. Ma non solo i soli Comuni in questa situazione.

Commenti

Translate »