Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Castellammare. Blocchi di cemento e ronde dei vigili contro i parcheggi abusivi per i lidi

Più informazioni su

Castellammare di Stabia ( Napoli ) . Dissuasori, coni, cilindri e ora blocchi di cemento gialli e neri. Continua l’opera dell’amministrazione comunale per vietare la sosta delle auto lungo la Statale Sorrentina nel tratto dei lidi di Pozzano fino al Famous Beach. I nuovi stalli posizionati ieri nelle aree lasciate libere si chiamano New Jersey. Un nome internazionale per i grossi mattoni in cemento che si sono aggiunti a quelli già fatti installare nei giorni scorsi dall’amministrazione per combattere il fenomeno dei parcheggiatori abusivi e favorire la circolazione scrive Fiorangela D’ Amore su Il Mattino . «Ci stiamo riappropriando del nostro territorio ha detto il sindaco Gaetano Cimmino e non faremo sconti a nessuno. Chi per anni ha lucrato in zone della città lasciate alla mercé degli abusivi ha ormai le ore contate». Di giorno inoltre, per scoraggiare qualche bagnante particolarmente pigro, una volante dei vigili urbani staziona nell’area di Pozzano.
IL PIANO
Contestualmente alla chiusura di tutte le piazzole l’amministrazione aveva provveduto a riaprire il parcheggio delle Antiche Terme, uno spazio per 140 auto che gli abusivi provarono a non far aprire. Inoltre alcuni coni in plastica già installati circa 15 giorni fa furono danneggiati e tagliati dopo poche ore per permettere il passaggio di auto e scooter. «Abbiamo prontamente risposto commenta l’assessore alla Sicurezza Gianpaolo Scafarto a chi ha provato ad aggirare e a danneggiare i primi dispositivi installati nei giorni scorsi. Sulle vie del mare devono regnare l’ordine e la legalità, senza se e senza ma. Quelle strade sono un biglietto da visita per la città: vinceremo questa ed altre battaglie». Ma sui nuovi dissuasori è già polemica.« I new jersey installati a Pozzano garantiscono la sicurezza e l’incolumità di chi percorre quella strada? – si chiede Tonino Scala di Leu – non rischiano inoltre di togliere l’unica area possibile di sosta in caso di emergenza?». Una preoccupazione avanzata anche dal Pd. «Si tratta di stalli non sono a norma e risultano molto pericolosi per la viabilità – commentano i democrat – Di contro non è stata nemmeno vagliata la soluzione proposta dal Pd, che prevede un accordo (tra l’altro già in tasca con l’Anas) per la gestione di aree parcheggio lungo la statale sorrentina, in prossimità dei lidi balneari. Ma tutto questo, evidentemente, non fa gola all’amministrazione».
LA POLEMICA
Se per il protocollo con Anas Cimmino fa orecchie da mercante per la concessione a un lido lungo la costa stabiese che si trova su via De Gasperi, c’è invece un dietrofront. Dopo aver concesso infatti il permesso per pedane, lettini e ombrelloni all’associazione Lido Desio, che aveva scatenato l’ira e la denuncia del Pd, ieri il comune ha revocato la concessione. Il motivo, come si legge nel provvedimento, sarebbe la sede indicata della società nella domanda, che corrisponde invece alla sede di un altro ente. Una questione burocratica che permette al sindaco di tornare sui propri passi in attesa di quel piano spiagge tanto desiderato dai democrat inserito anche nel Documento di Orientamento strategico (Dos) approvato in consiglio comunale con l’astensione del consigliere di opposizione democrat Francesco Iovino. In particolare per quel tratto di costa l’amministrazione di centro destra ha accolto una richiesta del Pd ed ha previsto lo stanziamento di 500 mila euro per il recupero dell’intero tratto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.