Agerola, ancora incivili che bruciano sterpaglie: “Impossibile aprire le finestre”

Ancora una volta gli abitanti di Agerola devono far fronte al problema dei fuochi, incivili che bruciano sterpaglie, infischiandosene dei divieti. Diverse segnalazioni ci sono giunte da parte di abitanti della frazione di Bomerano, i quali spesso devono fare i conti con fumo insistente, che costringe loro persino a chiudersi in casa, per non esserne invasi. L’ultimo episodio è successo in via Villani, di sera: “Si passa da una serata gradevole, ad una obbligatoriamente da chiusi in casa”, il commento di una diretta interessata.

Come alcuni utenti segnalano, incendiare le sterpaglie è purtroppo diventata un’abitudine di molti incivili. “Purtroppo non ci sono controlli, e noi ne facciamo le spese”, ha commentato qualcuno. Ricordiamo che bruciare residui vegetali in genere, ad esempio toppie, ramaglie e avanzi di potature, è una pratica agricola molto diffusa, in quanto per molti anni si è trattato di un’attività lecita. Alla luce dei più recenti interventi normativi è necessario adottare particolari cautele in quanto si rischia di incorrere in sanzioni civili, ma anche penali. Anche il sindaco Mascolo ha previsto multe fino a 500.

Commenti

Translate »