Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Stabilimenti balneari in crisi: crollo del volume di affari di oltre 90% rispetto all’ultimo anno

Le attuali condizioni meteorologiche stanno mettendo a dura prova il settore balneare, con gli stabilimenti che non sono ancora aperti a pieno regime. La notizia è riportata da Le Cronache di Salerno, che hanno intervistato il presidente della sezione salernitana del Sindacato Italiano Balneari Alfonso Amoroso. “Un maggio peggiore non l’abbiamo mai visto – commenta Amoroso, nell’articolo di Andrea Bignardi – E l’inizio di giugno non sembra promettere bene”. Il presidente del sindacato balneare salernitano parla addirittura di una riduzione media del volume d’affari del settore di oltre il 90% rispetto all’ultimo anno.

Questa perdita è pesante per un’economia che dipende dalle condizioni climatiche, che rischia di mettere a repentaglio l’intera stagione balneare: infatti Antonella Di Stasio, direttrice di un lido del capoluogo provinciale, spiega alla testata salernitana che “Il nostro core business è rappresentato dal cliente giornaliero che rappresenta ciò che realmente ci consente di mandare avanti l’attività e di renderla redditizia. In genere a Maggio, seppur non sempre per l’intero mese, il nostro stabilimento iniziava ad essere frequentato. Con le incertezze meteorologiche – seguita la Di Stasio – I clienti sono molto più restii rispetto agli altri anni anche nell’acquistare i tesserini stagionali. Infatti fin quando la situazione meteo non si stabilizzerà molti frequentatori del nostro lido tenderanno a non fissare prenotazioni per i periodi successivi”.

Gli operatori della balneazione sperano quindi in un autunno all’insegna del bel tempo, con slittamenti a Settembre inoltrato: “Questo è solo un auspicio – aggiunge il presidente Amoruso – che però spesso lascia il tempo che trova. Infatti è difficile che con l’autunno alle porte i clienti recuperino le giornate perdute in avvio di stagione. Temo che purtroppo quanto perduto nelle ultime settimane difficilmente verrà recuperato dagli operatori del settore”. La Costiera Amalfitana sembra essere invece indicata tra le principali favorite dalla destagionalizzazione dei flussi turistici, nonostante i maggiori danni subiti, a causa della consueta apertura stagionale a Pasqua.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.