Castellammare di Stabia, scomparso Giuseppe Tammaro. Trovato corpo sotto al Ponte di Seiano

Giuseppe Tammaro è scomparso da Castellammare di Stabia oggi pomeriggio. I suoi familiari sono alla disperata ricerca dell’uomo, chiedendo massima diffusione della notizia:

“Lui è Giuseppe Tammaro è scomparso da Castellammare di Stabia oggi pomeriggio, se qualcuno lo abbia visto o abbia sue notizie ci contatti. L’ultima volta è stato avvistato alla stazione di Seiano. Divulghiamo il più possibile la notizia affinché Giuseppe possa essere ritrovato.”

giuseppe tammaro

Aggiornamenti mezzanotte

TROVATO CORPO A SEIANO
Trovato corpo sotto il Ponte di SEIANO a Vico Equense. Si pensa sia lui, ma nessuna ufficialità. Sconforto per tanti che lo hanno conosciuto come professore a Sorrento, in Penisola Sorrentina tanti sotto choc.

Stiamo indagando sul fatto e sulle motivazioni di questo suo “possibile” gesto.

Vi aggiorneremo prima possibile.

Aggiornamento del 03 giugno.

E’ ufficiale. Il Prof Tammaro non c’è più. Arrivata la conferma in redazione questa mattina.

Le ricerche disperate della sua famiglia, cominciate ieri a seguito del suo “non ritorno” a casa, si sono concluse questa notte come vi avevamo anticipato in anteprima.

A quanto pare, da poco aveva scoperto un brutto male, ed alcuni reputano che sia questo il motivo che l’ha spinto al suicidio. L’allarme e l’appello per la ricerca dati dalla moglie, sono rimbalzati da Castellammare a Sorrento. Proprio qui, Giuseppe insegnava all’istituto San Paolo, dove era ben voluto da tanti alunni ed insegnanti.

Appena lanciato l’allarme di scomparsa, un dipendente Eav ha dichiarato di averlo visto per l’ultima volta alla stazione di Seiano, dove gli aveva venduto un biglietto. Dalle telecamere di videosorveglianza della Circumvesuviana emergono le immagini di conferma. La polizia ha ritrovato il corpo e dato la conferma della sua identità intorno alle 02:00 dei questa mattina.

Alcuni alunni che ci hanno contattato in redazione sono increduli.

Ecco un ricordo di un vecchio studente:

E’ sempre stato un tipo molto particolare. Era molto solo. Però era bello chiacchierare. Noi a scuola avevamo un gruppetto e quando ci faceva fare pausa, chiacchieravamo spesso. Se non ricordo male suonava uno strumento (sono passati 5/6 anni era un professore che ho avuto un 3/4 superiore). Diceva sempre che lui quando aveva bisogno di staccare la spina andava via qualche giorno senza dire niente a nessuno e poi tornava rilassato. Era un brav’uomo, un bravo professore. Capitava che qualcuno lo prendesse in giro perché era “diverso” ma era quel suo essere diverso che a noi alunni piaceva. Un professore moderno insomma! Era molto bravo, molto paziente ed anche divertente. Lo porterò sempre le cuore. Mi dispiace davvero, davvero tanto!

L’uomo lascia due figlie. La catena della solidarietà, che si è attivata da ieri per aiutare la famiglia, ora si trasforma in affetto e partecipazione al dolore della moglie e delle sue figlie.

Lo staff di Positanonews si stringe nel dolore della famiglia.

Commenti

Translate »