Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento. Il sindaco Cuomo assegna le deleghe alla giunta

Il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha assegnato oggi le deleghe ai componenti della giunta comunale.

Il vice sindaco, Maria Teresa De Angelis, si occuperà di Pubblica Istruzione, Scuole, Cultura e Rapporti con le associazioni mentre Massimo Coppola di Commercio, Artigianato, Marketing Territoriale, Trasparenza e Innovazione, e Politiche Giovanili.

Ambiente, Patrimonio, Cimitero, Pubblica Illuminazione, Personale, Pari Opportunità e Demanio sono le deleghe assegnate a Rachele Palomba mentre Edilizia Privata e Abusivismo, Condono, Urbanistica e Rapporti Internazionali quelle ad Emilio Moretti.

A Mariano Gargiulo, infine, la responsabilità di Manutenzione ordinaria e straordinaria della città, Verde Pubblico ed Ecologia.

“La scelta è stata operata seguendo due criteri – commenta il sindaco Cuomo – Il primo, è quello della continuità, l’altro dell’esperienza professionale e lavorativa dei singoli assessori. Continuiamo a lavorare per l’attuazione del programma di mandato, che sta procedendo sulla via della realizzazione di tutti i progetti in cantiere. Nelle prossimo futuro, con l’utilizzo degli avanzi di amministrazione daremo inizio ad altre opere importanti per lo sviluppo della nostra città”.

le deleghe della giunta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Arturo

    Bravo, avete fatto una bella riunione dei “gabinetti” nel vero senso della parola. Come dico sempre “Teniamoci per mano e difendiamoci l’ano”.