Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Oscar Farinetti di Eataly a Marina Grande ad Amalfi “Hai avuto culo a nascere qui, ma ti fai perdonare con la tua cucina meravigliosa” foto

Più informazioni su

Oscar Farinetti di Eataly a Marina Grande ad Amalfi “Hai avuto culo a nascere qui, ma ti fai perdonare con la tua cucina meravigliosa”   Oscar Farinetti, il fondatore della catena Eataly entusiasta, e non poteva essere atlrimenti, del ristorante Marina Grande di Enzo e Gianpaolo Esposito dove ha inaugurato la cucina del nuovo chef  Domenico Tulliano.

La frase che ha scritto sul libro degli ospiti Farinetti è emblematica

«Nessuno di noi decide dove nascere  dunque tu hai avuto un “culo” pazzesco a nascere ad Amalfi e te lo stai facendo perdonare con la tua meravigliosa cucina e con la tua capacità di accoglienza».

Ma chi è Farinetti?

Oscar Farinetti è un imprenditore italiano noto per aver fondato la famosissima catena di punti vendita “Eataly”. Oscar, il cui vero nome è Natale, non è solo famoso in Italia, ma anche all’estero. Con le eccellenze di Eataly è riuscito ad aprire degli store anche a New York, in Giappone e in altre parti del mondo. Inoltre, Farinetti è anche l’ex proprietario di una catena di grande distribuzione molto nota in Italia… Scopriamo di più su di lui! Chi è Oscar Farinetti? Natale Farinetti nasce ad Alba, in provincia di Cuneo, il 24 settembre 1954, sotto il segno della Bilancia. Figlio dell’imprenditore e politico Paolo Farinetti, frequenta il liceo classico “Govone” di Alba e, dopo aver preso la maturità, si iscrive presso l’Università di Torino con facoltà economia e commercio. Quattro anni dopo l’iscrizione, però, decide di concludere i suoi studi ancor prima di conseguire la laurea. Prende questa decisione per un motivo ben preciso: vuole dedicarsi completamente al lavoro.

Inizia a lavorare con il padre, creatore di Unieuro. Così, Oscar con impegno e fatica riesce a farla diventare una grande catena di distribuzione. Diventa membro del consiglio d’amministrazione fino a quando nel 2003 non ottiene il posto come presidente. Dopo aver raggiunto un successo internazionale, decide di vendere Unieuro a Dixons Retail, con sede nel Regno Unito, una compagnia di vendita al dettaglio di elettronica di consumo. Dalla vendita riesce a ricavare ben 528 milioni di euro con cui, l’anno dopo, fonda la catena di distribuzione di alimentari di eccellenza, “Eataly”.  Oltre al suo lavoro da imprenditore con la nota catena di distribuzione, collabora anche con l’Università Bocconi di Milano e l’Università degli Studi di Parma per alcune ricerche di mercato. Diventa anche amministratore delegato del Premiato Pastificio Alfetra di Gragnano, in provincia di Napoli, dopo aver contribuito alla sua ristrutturazione. Nel 2016 gli incarichi vengono affidati al figlio Francesco e ad Andrea Guerra, presidente esecutivo e dirigente d’azienda italiano. A novembre del 2018 lo vediamo in TV come ospite di Maurizio Costanzo. Oscar Farinetti, vita privata Della vita privata dell’imprenditore italiano Oscar Farinetti abbiamo poche informazioni. Sappiamo che è sposato da tantissimi anni con Graziella Defilé, di cui però non si sa assolutamente nulla. Dal loro matrimonio sono nati tre figli: Francesco, Nicola e Andrea, i quali lavorano nell’azienda del padre. Oscar Farinetti: 3 curiosità -Ha pubblicato diverse opere, tra cui il noto libro “Storie di coraggio” e “Migliorare si può – 300 consigli dai migliori” edito Mondadori Electa. -Ha ricevuto la laurea honoris causa in Economia presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” grazie al successo e alla sua carriera formidabile. -Ha effettuato un viaggio in barca a vela partendo da Genova fino ad arrivare a New York. È partito il 25 aprile 2011 e la sua avventura è giunta al termine il 2 giugno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.