Quantcast

Meta, rilancio dell’istruzione: ecco le proposte dei tre candidati sindaci

Altro tema fondamentale per le campagne elettorali dei tre candidati sindaci di Meta, in vista delle prossime elezioni, è sicuramente il rilancio dell’istruzione. Giuseppe Tito, Tony Cocorullo e Domenico Lusciano hanno in mente dei progetti differenti, ma ben precisi. I colleghi di Metropolis hanno fatto il punto della situazione in tal senso.

LISTA “Un’altra Meta c’è” – Tony Cocorullo. Tema principale è la possibilità di far accedere all’istruzione chiunque. Si punta ad un sostegno incondizionato all’asilo di Montemare e affrontare la tematica della fondazione Ruggiero. L’idea è quella di sostenere economicamente la scuola per l’offerta formativa, rilanciando la stessa fondazione, promuovendo azioni tese a migliorare i livelli di istruzione dei cittadini, nell’ottica dell’apprendimento permanente. “Difendere e sostenere il sistema di servizi alla prima infanzia e l’asilo nido di Montemare. Pieno supporto al Forum dei giovani, promozione di politiche di scambi internazionali, sostegno alle politiche occupazionali e opportunità di alternanza scuola-lavoro”.

LISTA “Movimento 5 Stelle” – Domenico Lusciano punta ad implementare le reti intercomunali della penisola sorrentina, sia istituti comprensivi che superiori. Ricordiamo che Lusciano è docente a Castellammare di Stabia. Una linea, quindi, programmatica legata alla banca delle buone pratiche o del tempo che favorirà il tempo prolungato con il coinvolgimento delle eccellenze della società civile locale, sia in forma individuale sia associativa. “Bisogna creare un centro dove valutare le capacità motorie dei ragazzi al fine di orientarli verso la pratica sportiva più consona alle proprie caratteristiche”.

LISTA “Patto per Meta – Tito sindaco” – Giuseppe Tito, invece, ha affermato: “In questi anni abbiamo garantito la ristrutturazione funzionale e la valorizzazione di tutti 1 plessi scolastici. Bisogna completare gli interventi di recupero delle facciate esterne per le scuole elementari con opere di riqualificazione e sostituzione degli infissi, recuperare i vani inutilizzati soprastanti la scuola elementare con l’abbattimento delle barriere architettoniche e la creazione di laboratori didattici e promuovere l’utilizzo di fonti di energia alternativa”.

Commenti

Translate »