Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

ANTEPRIMA – Atrani, Stanislao Balzamo spiega le ragioni della sua assenza con Atrani Futura

Il consigliere comunale uscente di Atrani, Stanislao Balzamo, rende ufficialmente pubbliche le proprie ragioni della sua assenza in questa competizione elettorale delle amministrative, a fianco dei colleghi di Atrani Futura, compagine politica con cui ha condiviso cinque anni di esperienza amministrativa nel piccolo borgo della Costiera Amalfitana. Pubblichiamo integralmente il manifesto con l’intervento di Balzamo:

PRECARIETÁ e POLITICA: le ragioni di una scelta obbligata

Due diritti rendono materialmente ogni essere umano libero: il lavoro e la casa.
Il lavoro garantisce stabilità morale e materiale: all’assenza di un lavoro stabile corrisponde, infatti, con una proporzionalità diretta, un’instabilità di vita, sociale e materiale.

Chi è precario, o peggio disoccupato, non gode di tale diritto: quello di poter scrivere il proprio futuro. È questa una condizione in cui si trovano la maggioranza delle persone e purtroppo la precarietà falcidia tutti i settori: il privato e il pubblico. Esempi o di precariato storico è il mondo del lavoro stagionale, in cui si vive sotto il ricatto di non essere riassunti nell’anno successivo e, comunque, senza alcuna certezza, campando con solo 6-7 mesi di salario l’anno. Nel pubblico invece , con l’agognato posto statale, la condizione di precari assume forse sfaccettature peggiori: come quella di dover lasciare affetti e socialità di un’intera vita ed essere pronti con la valigia, in attesa di una meta che, se arriva, può cambiare di anno in anno.

Ecco io sono stato e sono sempre un precario.

Un po’ come il limone: spremuto fino all’ultima goccia, gli possiamo togliere anche la buccia, ma poi va buttato, cosi il lavoratore viene usato per un periodo, a seconda dell’esigenze del padrone di turno, e poi è lasciato al suo fragile destino, di insicurezza, di assenza di progettualità, di garanzie.

In contrapposizione ai vari governi bianchi, gialloverdi, tendenti al nero, ritengo che “bisogna abbattere lo stato di cose presenti” al fine ultimo di avere una società libera da ricatti e paure, solidale verso i più bisognosi e che dia la possibilità a ognuno di autodeterminarsi. Con questa convinzione, da 20 anni ormai, ho partecipato in mani era attiva alla costruzione di una società migliore, sempre dalla stessa parte, quella giusta, non delegando l’agire, ma rivendicando i diritti e la loro piena realizzazione.

Seguendo questo principio ho accettato di far parte del gruppo Atrani Futura che, grazie all’entusiasmo, alla partecipazione e alla fiducia degli atranesi, ha governato ed è pronta a governare Atrani per i prossimi 5 anni, nel segno di democrazia, sviluppo, solidarietà.

Per la prima volta nelle Istituzioni, in maggioranza, ho collaborato con un gruppo fatto di persone oneste, sempre pronte al colloquio e disponibile al confronto con chiunque, che ha mantenuto le promesse fatte. Un lungo lavoro, la passione, l’impegno, i sacrifici, il saper dire no, il confronto interno, anche acceso, il tempo dedicato disinteressatamente, sono stati gli ingredienti necessari per ognuno di noi per poter amministrare con serietà e serenità.

Purtroppo, la mia condizione di precario non mi permette di garantire tempo, presenza, impegno. Per tale motivo ho deciso di non ricandidarmi; continuare a rispettare gli impegni presi con gli elettori sarebbe stato materialmente impossibile. Non è stato facile decidere di non continuare il percorso di cambiamento intrapreso al fianco e per il bene della comunità atranese che, in ogni occasione, ha sempre mostrato il suo bel volto: quello della collaborazione, senza prigionieri politici o nemici. Amministratori e cittadini in prima linea a tutelare il territorio durante le situazioni di emergenza legate al meteo e insieme per conquistare il meritato e ritrovato spazio, al pari degli altri luoghi della costa.

Cinque anni fa i giovani sono stati la forza aggiunta: entusiasmo, voglia di partecipare e passione hanno contribuito alla nostra elezione. Avere oggi un nutrito gruppo di giovani e di donne in lista dimostra l’attenzione e la volontà di Atrani Futura di dare rappresentanza e spazio alle istanze degli artefici del futuro: i giovani come forza e speranza, le donne a garantire e equilibrio e bellezza alla nostra comunità.

Un sincero e caloroso ringraziamento va innanzitutto al Sindaco, al compagno Luciano, che mi ha permesso di vivere questa esperienza e soprattutto a quel 7% degli elettori che 5 anni fa, anche senza conoscermi, mi ha dato fiducia. Esco dalla mia esperienza di consigliere comunale di maggioranza di Atrani a testa alta, fiducioso del sostegno da parte di tutti gli elettori alla lista Atrani Futura. Non mancherà, se dovesse servire, il mio modesto e piccolo contributo, dalla manovalanza a partecipare e condividere scelte importanti per la comunità.

Per il futuro personale, una sola certezza: “sempre e per sempre dalla stessa parte mi troverai”
Per il futuro di Atrani, bisogna continuare nel solco già tracciato: continuità nel rinnovamento.

STANISLAO BALZAMO
Consigliere comunale uscente – ATRANI FUTURA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.