Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento, il Chiostro morto e squallido: le riflessioni di Gigione Maresca

Ecco le riflessioni del nostro Gigione Maresca, riguardo agli ultimi risvolti sul Chiostro del Convento di San Francesco a Sorrento.
Una città che muore piano piano per responsabilità precise di alcuni amministratori che guardano in una sola direzione. Interessi in gioco altissimi per il futuro del nostro paese.  Sorrento è una città moribonda !!!  Affoga nel caos del traffico stradale, nel “traffico politico” degli accordi di programma. Il Chiostro del 1300 luogo mistico di rara bellezza, offeso e deturpato dalla decisione miope  dell’uomo e del politico che dimentica la cultura storica sorrentina.Cementato un terreno seguendo chissà quali idee di progetto. I politici al Chiostro   fanno solo passerelle e sfilate negli eventi di promozione turistica. Non hanno una visione internazionale a difesa della bellezza estetica e  il rispetto dei luoghi della storia. Il tiro e molla del sindaco circa incarichi politici la macchia negativa di una giunta che non è riuscita a migliorare Sorrento durante il secondo mandato. Il sindaco Cuomo cerca un ruolo attivo in un “POSTO AL SOLE” ( Regionale  ) Troppe chiacchiere e incertezza su progetti futuri.  In questo ultimo periodo pesano sul futuro di Sorrento le promesse di lavori e di ruoli precisi in campo politico. Lavori in ritardo e città bloccata da lavori in tutto il territorio,  del centro urbano con  cantieri non ancora dismessi nei tempi previsti per le festività e i riti della settimana Santa. Caos amministrativo e assenza di decisioni serie di ampio respiro e di spessore politico sociale.  Ma quale politica attuare a favore degli interessi  della comunità ?  Finalità e scelte teatrali caratterizzate e condizionate da futuri scenari politici regionali. Progetti leghisti  per riformare una giunta politica. Si guarda a scenari di centro destra senza dare FORZA a personalità di rilievo del mondo della cultura e dell’imprenditoria , parte laboriosa e forte  della società civile.  Un sindaco moderato  amministra l’ordinaria  gestione di un comune internazionale affiancandosi ai  soliti nomi per  mantenersi a galla. In questi mesi gli amministratori offrono  uno  spettacolo desolante per la copertura dei posti sicuri e GIUSTI a rilanciarsi per le prossime elezioni regionali. Il male inguaribile dei professionisti della politica sorrentina interessi e ambizioni, incarichi e ruoli più impegnativi delle loro capacità manageriali e di esperti del settore pubblico. La politica degli affari e degli appalti continua nelle stanze dei bottoni lasciando la  bruttezza al primo posto.  Preoccupante la timida protesta web di alcuni cittadini  e silenzio della dormiente  comunità sorrentina. Nessuno si oppone ai continui scempi del territorio !!!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Arturo

    Ben detto caro Gigione.Il sindaco e la sua amministrazione pensa solo a fare soldi speculando sulla povera gente che soffre di questo caos.Ma d’altronde è stato eletto da quei squallidi popolini che pur di avere 10 euro si sono venduti. Ora vi è piaciuta la bicicletta e pedalate.Come dico sempre, teniamoci per mano e difendiamoci l’ano.