Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Pollica. Il sindaco Stefano Pisani guida la rivolta dei Comuni «virtuosi» contro il «decreto crescita»

E’ partita la protesta di alcuni Comuni «virtuosi» contro il «decreto crescita» approvato dal governo. Stefano Pisani, sindaco di Pollica (Salerno) – unitamente ai primi cittadini di Asolo (Veneto) e di Aielli (Abruzzo) – ha rivolto un appello a tutti i Comuni sollecitandoli ad opporsi alla decisione del governo che prevede che lo Stato si accolli gran parte del debito del Comune di Roma per mettere in sicurezza il bilancio comunale, evitando in questo modo il rischio di una crisi di liquidità. Ecco quanto dichiarato dal sindaco Pisani: «Siamo ancora una volta di fronte ad un atto di grave mancanza di rispetto dei cittadini e soprattutto della meritocrazia. Le autonomie locali virtuose sono mortificate da provvedimenti come questo. Con un colpo di spugna il governo nazionale cancella 12 miliardi di debito dal bilancio di Roma Capitale, ma la stregoneria praticata si limita in realtà a trasferire il debito della capitale sulle spalle di tutti i cittadini. I Comuni virtuosi, già costretti a contribuire al Fondo di solidarietà, si devono anche sobbarcare il debito di Roma. Se questo è il concetto di federalismo del governo, non ci resta che dare battaglia ad un modo assurdo di trattare le istituzioni più prossime ai cittadini, i Comuni. Dai Comuni di Pollica, Asolo e Aielli parte oggi al governo nazionale una richiesta di correttezza, responsabilità e rispetto di chi lavora quotidianamente al benessere dei propri cittadini e alla crescita del territorio. Chiediamo a tutti i sindaci d’Italia di condividere la nostra preoccupazione e di unirsi a noi per questa battaglia di democrazia e civiltà».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.