Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Festa della Liberazione, cosa è e perchè il 25 aprile

Più informazioni su

Festa della Liberazione, cosa è e perchè il 25 aprile Oggi 25 Aprile si celebra la Festa della Liberazione. Una ricorrenza importante alla quale gli italiani sono molto legati.

Questa è la data scelta per celebrare Liberazione dall’occupazione nazi-fascista, nel 1945. Il governo, guidato ai tempi da Alcide De Gasperi, stabilì con un decreto che il 25 Aprile dovesse essere “festa nazionale”.

Da allora il 25 Aprile è un giorno festivo, in quanto “anniversario della liberazione”.

25 Aprile: perchè oggi si celebra la Festa della Liberazione
Nonostante non sia questo il giorno preciso della liberazione dalla dittatura, convenzionalmente è stato stabilito che la ricorrenza si tenga in questo giorno.

Il 25 aprile del 1945, ad onor del vero, i militari tedeschi nazisti e quelli fascisti cominciarono a ritirarsi dalle città di Torino e Milano, dopo che la popolazione, aiutata dai famosi “partigiani”, si ribellò talmente da riprendere possesso della città.

Ricostruendo quanto accaduto durante la seconda guerra mondiale, il 9 Aprile iniziò l’offensiva degli alleati.

Il 16 Aprile il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia, diffuse l’ordine di insurrezione generale ai partigiani. Iniziarono così rivolte armate in diverse città d’Italia.

Il 24 Aprile 1945 gli alleati superarono il Po, e il 25 Aprile i soldati tedeschi e della Repubblica di Salò cominciarono a ritirarsi da Milano e da Torino.

La festa della Liberazione non è una celebrazione solo Italia, anzi. In diversi paesi del vecchio continente si celebra la fine dell’occupazione straniera durante la seconda guerra mondiale.

Ad esempio il 5 maggio si celebra la medesima festa in Olanda e Danimarca, solo 3 giorni più tardi n Novergia. In piena estate, invece, il 23 agosto in Romania.

Anche l’Italia ha occupato alcune stati, ad esempio il 5 maggio si celebra la Festa della liberazione in Etiopia e in questo caso la dominazione straniera era quella italiana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.