Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Capri, Ischia e Procida. Da oggi vietati gli sbarchi delle auto nelle isole del Golfo di Napoli

Capri, Ischia e Procida. Da oggi vietati gli sbarchi delle auto nelle isole del Golfo di Napoli . Come ogni periodo di Pasqua

I decreti che vietano lo sbarco sulle isole sono stati emessi dal Ministero dei Trasporti. La limitazione inizia proprio oggi in tutte e tre le isole ma ha durate diverse: a Procida finirà il 30 settembre, a Ischia il 31 ottobre mentre a Capri il divieto: la prima tranche termina il 3 novembre; poi riparte il 20 dicembre e si chiude il 6 gennaio 2020.

Come riporta Teleischia, è stato difficile mettere insieme i sei comuni dell’isola d’Ischia, chiamati a formulare ufficialmente le loro proposte da inviare a tempo debito al ministero: il primo a varare in giunta il provvedimento è stato il comune di Forio, fin dal 15 ottobre 2018; l’ultimo in ordine di tempo a pervenire, il provvedimento di lacco ameno datato appena 12 marzo 2019.

Sempre per quanto riguarda Ischia, non possono sbarcare fino al 31 ottobre auto e moto non residenti sull’isola, e residenti in regione campania. Fanno eccezione i turisti che soggiorneranno almeno 7 giorni in un albergo o 15 giorni in una casa privata di Barano e Panza; stessa cosa per le strutture di Casamicciola, ma con l’eccezione dei mesi di luglio ed agosto, dove il divieto sarà totale. Porteranno una sola auto per famiglia anche i proprietari di abitazioni che però non sono residenti sull’isola.

Per Procida il divieto è più breve di un mese rispetto ad Ischia poiché termina il 30 settembre. Sull’isola non potrà sbarcare nulla ad eccezione dei non residenti nella regione Campania, i quali però dovranno giungere con i loro mezzi fino a destinazione e lasciare in sosta l’auto o la moto, che non potrà quindi essere utilizzata durante il periodo di permanenza sull’isola.

Sull’isola di Capri non potranno sbarcare mezzi di alcuna provenienza, ad eccezione dei proprietari che hanno in godimento abitazioni sull’isola e sono iscritti ai ruoli della tassa rifiuti. Su tutti i divieti dovranno vigilare le forze dell’ordine, sin dagli imbarchi ai porti di Napoli e Pozzuoli, come precisato dallo stesso prefetto.

Insomma cominciano i divieti per sicurezza in Campania, ma non in Costiera amalfitana e sorrentina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.