Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Le Rubriche di Positano News - Turismo

Ancora inferno in Costa d’ Amalfi, Positano chiusa e senza carburante. Prefetto dia un segnale

Ancora inferno in Costa d’ Amalfi, Positano chiusa e senza carburante. Da Minori ad Amalfi è un delirio, l’interno Positano, esauriti i posti nei parcheggi, è stato chiuso anche oggi dopo ieri.  A Positano, e in costiera amalfitana, fino a Maiori, manca il diesel, ieri sera anche la benzina, poi in mattinata gli approvvigionamenti. Al nostro whatsapp 3381830438 sono arrivate 300 segnalazioni ieri, oggi solo 150, ma forse si sono stancati di mandare foto e video, tipo ambulanza bloccata..

Positanonews lo aveva detto, Cassandra inascoltata, in tempi non sospetti, in pieno inverno. Quando le associazioni facevano riunioni per il traffico da Praiano a Positano , abbiamo urlato ( ci sono le registrazioni video e dirette a dimostrarlo ) “Stiamo perdendo tempo, inutile parlare, bisogna agire, quest’anno sarà peggio”! Ora si sono svegliati anche gli altri giornalisti e ci fa piacere, evidentemente ci hanno sbattuto il muso nel traffico. Si parla, spesso a vanvera, di riunioni , una pure a Maiori, con l’amministrazione Capone che stando a molti si è defilata nella battaglia contro i bus gran turismo e le deroghe, si prospettano le targhe alterne, e va bene, ma si dimentica che una soluzione è stata proposta con una petizione di ben 9.300 firme da una decina di associazioni. L’unico politico ad alzare la voce  è stato un ex, l’ex sindaco di Praiano Gennaro Amendola, che ha proposto un blocco, Andrea Cretella ha proposto di fare passeggiata a piedi fino a Minori, le associazioni un flash mob, la SITA uno sciopero.

La conferenza dei sindaci della Costa d’ Amalfi non hanno fatto alcun comunicato, travolti da uno tsunami annunciato però.. Il Prefetto ha la responsabilità di scegliere o non scegliere, con l’ ANAS, la Regione Campania, tutti gli enti , i problemi dei ricorsi al TAR esistono da sempre, di fronte ad emergenze di salute pubblica e sicurezza non si può non agire, supportati da pareri legali, visto che abbiamo l’Avvocatura dello Stato che esiste per questo ed è pagata dai cittadini, si interviene.

Queste strade possono sostenere mega bus che non rispettano il codice della strada per il fatto stesso che superano la mezzadria della Statale che è stretta? E, premesso che vanno tolti, il traffico così intenso è tollerabile in zone come le nostre protette dall’UNESCO? E , inoltre, autobus e auto insieme non creano rischi per la salute, ingorghi, incidenti, e difficoltà nei soccorsi proprio quando si parla di leggi per la sicurezza? E se uno volesse fare un attentato o un semplice incidente di grossa portata con la Costiera paralizzata che figura facciamo a livello mondiale?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.