Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Positano: Ieri grande successo per la prima puntata di Gomorra. Ecco le foto esclusive di Peppe Capozzi in una scena della serie fotogallery

Positano, Costiera Amalfitana. Le prime puntate di Gomorra, andate in onda ieri sera su Sky Atlantic, hanno riscosso un grande successo. Questa  quarta serie era attesa da tutti.

Gomorra, la prima puntata con Peppe Capozzi

Come avevamo anticipato qualche mese fa, a far parte del cast, anche il positanese Peppe Capozzi, il nostro grandissimo maestro di Jeet Kune Do, esperto di arti marziali, personal trainer dei Vip ed ora anche attore.

Peppe, ha interpretato una comparsa nella scena della prima puntata durante una riunione dei fratelli Capaccio.

Ecco cos’è successo

[La parte seguente dell’articolo potrebbe contenere degli spoiler delle puntate]

La prima puntata comincia con un riepilogo delle precedenti stagioni, fino all’uccisione di Ciro l’immortale.

Sangue Blu arriva con la sua scorta dai fratelli Capaccio, comunicato l’indipendenza e il non voler più far parte dell’Alleanza. I fratelli Capaccio, organizzano una riunione con i loro uomini – tra cui anche Peppe Capozzi – e quelli dello “Stregone”, ucciso nell’ultima puntata della terza stagione. La prima puntata della quarta serie, infatti è un continuo della terza. Durante la riunione, i fratelli Capaccio esprimono la loro volontà a voler uccidere Genny Savastano, in modo tale che Secondigliano venga gestita solo dal loro clan.

Nel frattempo Genny, soffre per la perdita di Ciro e allo stesso tempo teme per se e per la sua famiglia perché ora “sono rimasti soli”.

Insieme a Patrizia, Genny, decide di andare dallo Zio, nuovo personaggio della stagione. Infatti i primi minuti della puntata, dopo il riepilogo, sono stati dedicati alla sua “presentazione”. “Oh Ziì” è il boss di Terzigno, parente della mamma di Genny, che fù allontanato qualche anno prima da Pietro Savastano, forse per paura di perdere Secondigliano, forse per proteggerli. Gennaro vuole chiedere la sua protezione ed il suo aiuto, perché ha paura che possa succedere qualcosa a lui, a  sua moglie e suo figlio.

I ragazzi di Terzigno organizzano quindi una specie di attentato, facendo esplodere una bomba proprio nei pressi di un centro scommesse in cui si trovava uno dei fratelli Capaccio.

Da lì il piano di Gennaro di non far partire una guerra, ma un alleanza: tutti i vari clan si incontrano a Terzigno, a casa dello zio di Gennaro, per discutere di una nuova unione, con una sola regola, ovvero che tutta la “roba” doveva esser presa dai Savastano, che non saranno più presieduti da Gennaro, ma da Patrizia.

Gennaro, quindi, si tira indietro, lasciando tutto nelle loro mani e trasferendosi a Caserta, nei pressi delle “Terre dei Fuochi”, dove decide di intraprendere un nuovo business, apparentemente “legale”. Tutto questo lo fa per suo figlio Pietro, che all’asilo viene allontanato da tutti i bambini, tanto che nessuno aveva accettato il suo invito alla festa di compleanno.

Il nuovo business è ambientato sulla pista d’atterraggio di Caserta, quella che nella realtà non è mai stata trasformata in aeroporto. L’obbiettivo di Gennaro è proprio quello: dare lavoro ai laureati e rendere questa pista un vero e proprio aeroporto, con un centro commerciale, uno sbocco all’autostrada, scuole e tanto altro. Insomma un progetto che richiede molto spazio. Spazio che va ottenuto dai vari privati acquistando i loro terreni.

Da qui una nuova storia, quella di un padre, di una bambina e di una moglie malata di cancro. L’uomo non voleva vendere il suo terreno, forse per paura che si scoprisse che sotto la sua terra erano stati scaricati quintali e quintali di veleno e spazzatura, spazzatura che veniva incendiata anche davanti alla sua porta da vandali tutte le sere, generando gass tossici, che, probabilmente, saranno stati il motivo principale della malattia della moglie. (Una realtà nuda e cruda che tutti i giorni gli abitanti dei quelle zone affrontano anche nella realtà).

Gennaro aveva preso a cuore la sua storia, tanto da offrirgli una cura in Brasile per la moglie, tutto pagato, pur di ottenere il terreno, ma qualcosa va storto: il socio di Gennaro manda un uomo a picchiare il povero fattore, che decide di non voler più vendere la terra. Ma Genny, con l’auto dello zio, scopre che quella terra va bonificata e l’uomo decide di accettare l’offerta.

La puntata, si conclude con un apertura di una scatola misteriosa, ma non vi spoileriamo cosa c’era all’interno. Vi diciamo solamente che Gennaro aveva capito quello che il suo socio aveva fatto e gli ha dato una bella lezione.

La prossima puntata è per venerdì prossimo. Mi raccomando non perdetevela!

 

 

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.