Napoli. Cresce il fenomeno dei trasporti abusivi, oltre l’orario di lavoro utilizzate anche auto per trasporto sangue e scuolabus

Più informazioni su

Napoli. Il fenomeno dei trasporti abusivi è una delle piaghe della città campana ed a pagarne le conseguenze sono i tassisti regolari che continuano a segnalare quanto accade denunciando anche il tutto alla polizia municipale, ma senza riuscire a risolvere il problema. Riuscire a contattare un taxi abusivo non è per niente complicato grazie al passaparola che avviene anche tramite WhatsApp. Gli abusivi forniscono un “servizio” 24 ore su 24 fornendo anche dei prezzi concorrenziali rispetto ai tassisti regolari. Riuscire ad individuare un “taxi abusivo” non è semplice perché le auto utilizzate sono le più disparate ed insospettabili. Addirittura, di recente un cliente che aveva richiesto un’auto “irregolare” per il trasporto si è visto arrivare una vettura che di solito viene utilizzata per trasportare il sangue tra i vari ospedali. Si tratta di mezzi gestiti da cooperative ed alcuni dei conducenti, per arrotondare il guadagno regolare, decidono di utilizzarle al di fuori dell’orario lavorativo per trasportare passeggeri garantendosi un bell’introito extra e non tassato. Il fenomeno si estende anche al trasporto degli alunni con tutte le conseguenze del caso, visto che non sono garantite le principali regole di sicurezza. Sempre restando nell’ambito del trasporto scolastico sono stati anche riscontrati vari casi in cui i conducenti di scuolabus regolari decidono di utilizzare il mezzo al di fuori dell’orario normale lavorando spesso anche di notte trasportando i ragazzi che escono dai vari locali. I tassisti chiedono che vengano effettuati maggiori controlli al fine di debellare il fenomeno che sta mettendo a dura prova il loro onesto lavoro.

Più informazioni su

Commenti

Translate »