Meta: Truffa allo stato, assolto l’ex sindaco Trapani

Ieri l’ex Sindaco di Meta Paolo Trapani, attuale segretario cittadino del pd, è stato assolto dal Tribunale di Torre Annunziata, dopo che era stato accusato di essersi assentato senza giustificazione dal posto di lavoro per partecipare ad alcune riunioni dell’assemblea dei sindaci. Infatti, nel 2013 Trapani, medico alle dipendenze dell’Asl Napoli 3-Sud, finì sotto inchiesta con l’ipotesi di truffa aggravata ai danni dello Stato.

Accusa è partita dalla Procura di Torre Annunziata che aveva analizzato i verbali di alcune riunioni dei sindaci tenutesi nella sede dell’Arips di Sorrento, ente consortile che raggruppa i Comuni della penisola, dove Trapani aveva partecipato come sindaco di Meta, ma in quello stesso momento, almeno secondo i Pm, si sarebbe dovuto trovare al suo posto di lavoro.

La Procura invocò per l’attuale segretario del Pd il divieto di dimora in Campania, ma il Gip accolse solo parzialmente la richiesta optando per l’obbligo di firma. A difendere l’ex primo cittadino l’avvocato Sergio De Simone.

Dopo sei anni è arrivata l’assoluzione, perché il fatto non sussiste.

Commenti

Translate »