Massa Lubrense. Pescatori di frodo provenienti da Bari scoperti con 1.400 ricci di mare

Massa Lubrense. La Guardia di Finanza, durante un’operazione di controllo notturno nel porto di Marina della Lobra, si è accorta di una luce inconsueta in un’area marina. Insospettiti, gli agenti si sono appostati per oltre due ore fino a quando dal fondo del mare è emerso un sub che, giunto a riva, trascinava dietro di sé una voluminosa rete. Ad aspettarlo vi erano due persone che si trovavano sul posto per svolgere la funzione di “pali” pronti ad avvisare il sub nel caso in cui fossero arrivati dei controlli. I finanzieri hanno immediatamente fermato i tre soggetti che provenivano da Bari. Una volta aperta la rete sono stati ritrovati ben 1.400 ricci di mare che sono stati posti sotto sequestro e successivamente rilasciati in mare. Anche l’attrezzatura utilizzata per l’attività illecita è stata sequestrata. Ai pescatori sono state contestate diverse violazioni amministrative e sono stati condannati ad una multa di 5.000 euro.

Commenti

Translate »