Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

La Finestra sul Cortile. Continua la rubrica dell’avvocato Torrese su Positanonews

Più informazioni su

di Francesco Saverio Torrese

Questa mattina,come sempre,appena alzato, ho aperto la finestra e…vedo sotto di me un autobus in panne con un autista che si affaccenda vicino al motore. Per carità nulla a che vedere con l’episodio di Milano di pochi giorni fa, ma il pensiero va subito li e mi stimola a sottolinearvi qualcosa di veramente paradossale. Non ho intenzione qui di riproporvi la cronaca di quell’evento, né per stigmatizzare l’infamia e la follia di quel gesto che ha esposto le vite di tanti nostri figli al rischio più grave, e nemmeno vi sottolineerò dell’eroismo di quegli adolescenti o della grande, indiscussa professionalità dell’Arma dei Carabinieri. Voglio invece parlarvi di come quel fumo denso, oleoso che abbiamo tutti visto levarsi da quell’autobus nasconda un incredibile paradosso. Da un lato c’è Ousseynou Sy nativo senegalese che ha ottenuto, e da ben 17 anni, la cittadinanza italiana che vuole tornare in Africa, che dice di aver compiuto quella follia affinché gli Africani restino nella loro terra e dall’altro il piccolo Ramy Shehata che invece è ancora un cittadino Egiziano e che vorrebbe sopra ogni cosa diventare un cittadino Italiano. Qual è allora la considerazione che mi arriva forte come una epifania da questo paradosso e che rende di risibile importanza ogni discussione sullo ius soli, sui requisiti necessari, sulle condizioni essenziali per acquisire certuni diritti quali quelli di cittadinanza? La verità è che quello che conta è la persona, con i suoi valori, l e sue qualità,la sua specialità e solo questi elementi dovrebbero essere considerati quali fondamentali perché si evidenzi il suo diritto di appartenere, prima d’ogni altra, alla più importante comunità civile:l’Umanità. E poi da li il diritto di appartenere ad una specifica comunità geografica e politica. Personalmente plauderei ad un gesto simbolico ma concreto al tempo stesso di attribuzione immediata della cittadinanza Italiana al piccolo Ramy e ai suoi 3compagni di classe presenti in quel bus nelle sue stesse condizioni. Sarei onorato di essere concittadino Italiano con loro almeno quanto mi sento disgustato di essere concittadino Italiano con Ousseyou Sy.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.