Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Cava de Tirreni pronti alle elezioni, Galdi con De Magistris

Più informazioni su

Cava de Tirreni pronti alle elezioni, Galdi con De Magistris elezioni amministrative del 2020 e a Cava de’ Tirreni i vari schieramenti politici già da qualche tempo hanno cominciano a scaldare i motori. Ad ingranare la marcia anche le associazioni e i movimenti politici appartenenti all’area della sinistra. Martedì sera, presso la sede del Movimento Dema, in via Matteo Della Corte, si è tenuta una riunione alla quale erano presenti il segretario cittadino di Rifondazione comunista, Franco Lupi, il presidente di Cava Civile, Enrico Bastolla, il consigliere comunale di Dema, Antonio Palumbo, l’ex sindaco ed esponente dell’associazione Città in Comune, Marco Galdi. I presenti hanno convenuto che l’attuale situazione amministrativa presenta una serie di criticità gravi, attribuiscono all’amministrazione Servalli una complessiva incapacità di governo, che richiede, nel guardare al futuro della città, un momento di decisa discontinuità, nell’interesse dei cittadini cavesi. Inoltre, le associazioni ed i movimenti al tavolo hanno espresso la volontà di avviare un confronto politico programmatico che, partendo dai bisogni concreti dei cittadini, dall’ascolto dei rappresentanti delle categorie produttive e del mondo associativo, possa condurre alla nascita di un fronte civile forte, coeso e con idee e progetti condivisi, in vista delle future elezioni amministrative.
IL PERCORSO
Una volta individuati i primi punti della nuova piattaforma programmatica, con l’obiettivo di provare un allargamento del tavolo e la costruzione di una proposta politica ancor più ampia ed inclusiva, partiranno una serie di incontri con tutti gli altri movimenti e partiti che si riconoscono nei valori tradizionali della sinistra: attenzione ai più deboli, lavoro, accoglienza, parità di genere, antifascismo e di contrasto ad ogni azione xenofoba. Già della prossima settimana saranno avviati una serie di incontri aperti alla partecipazione di esperti, per definire i punti fondamentali del programma, a partire dall’assetto dei servizi sanitari ospedalieri e territoriali, messi a serio rischio dalle politiche messe in campo negli ultimi anni, e sul progetto Palaeventi che, a detta dei protagonisti del tavolo, rappresenta l’emblema del fallimento dell’amministrazione Servalli. Non è escluso che con il passare del tempo il fronte della sinistra possa allargarsi ulteriormente. Fatto sta che Servalli perderà il sostegno di Antonio Palumbo, attualmente ancora in maggioranza, e di Enrico Bastolla, fuoriuscito dalla giunta lo scorso anno e diventato uno dei più acerrimi oppositori del primo cittadino. Chi invece ha deciso di cambiare totalmente la rotta abbracciando le idee della sinistra, l’ex sindaco Marco Galdi, fino a pochi anni fa esponente di spicco a livello provinciale della Democrazia Cristiana, Alleanza Nazionale e Popolo della Libertà. Se il sindaco Servalli è certo della ricandidatura, anche con l’appoggio di Armando Lamberti, nel centro destra invece già da qualche mese si è aperto il cantiere per la costruzione di un’alternativa forte e credibile all’attuale amministrazione. Il nome più forte sul quale si potrebbe puntare sarebbe quello di Giovanni Baldi, ma il favorito sembra essere Marcello Murolo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.