Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Agerola-Pimonte, questione furti: cittadini esasperati, il ladro viene investito

Una vicenda che si sta protraendo da diversi mesi e che è giunta ad un punto forse di non ritorno. Stiamo parlando della catena di furti perpetrati ai danni di diverse abitazioni ed esercizi commerciali tra Agerola e Pimonte nel corso degli ultimi mesi. Difatti, il problema furti è cominciato a dicembre scorso, quando diverse abitazioni sono state svaligiate. Il culmine più triste si ebbe con il furto a casa di un 70enne che venne legato e picchiato. Precisamente, ricordiamo, fra l’una e le due di notte, in una villetta di via Dei Campi, si introdussero almeno due rapinatori (secondo il racconto reso dalla vittima alle forze dell’ordine) all’interno dell’abitazione della vittima che vive da solo: quest’ultimo venne legato, imbavagliato, picchiato e derubato di circa 800 euro.

Poi fu il turno dell’abitazione di alcuni commercianti del posto, zona San Lazzaro, e via via fino al mese di febbraio, dove sono stati registrati questi altri furti. Erano state, poi, messe in atto diverse perquisizioni nelle zone interessate, prevalentemente Bomerano e Pianillo, da parte dei Carabinieri e in un garage erano stati trovati diversi oggetti ritenuti parte di una refurtiva: tutto il bottino era stato nascosto nella proprietà di un incensurato a Pimonte. Il suo complice, un pregiudicato di Agerola, ha subito anch’egli una perquisizione: questo, stando alle prime informazioni, sarebbe proprio la persona immortalata dalle immagini di diverse videocamere di sorveglianza e sarebbe autori di diversi furti nella zona.

Insomma, l’impressione, le voci che girano in zona, fanno capire come in realtà un po’ tutti sappiano chi è il principale autore della serie di furti. E così, come rivela Metropolis, si è giunti ad un epilogo davvero triste: i cittadini esasperati, infatti, sarebbero ricorsi a misure estreme per fermare il ladro. Quest’ultimo sarebbe stato investito e sarebbe rimasto ferito, non gravemente. Non è da escludere che “l’avvertimento” possa precedere un’azione fatale per il malvivente, che solo alcuni giorni fa aveva messo a segno un colpo in Chiesa e presso l’associazione dei giovani. Intanto l’uomo è stato incastrato dalle telecamere di videosorveglianza, ma si attendono i tempi di legge.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.