Piano di Sorrento arrivano i fondi per il Nautico

Sono otto aule e quattro laboratori off-limits, classi costrette a seguire le lezioni nel centro culturale comunale e ad alternarsi nei locali disponibili: ecco i disagi con i quali alunni e personale dell’istituto nautico «Nino Bixio» di Piano di Sorrento fanno i conti dal 2010, anno di avvio della ristrutturazione del corpo L. A distanza di nove anni arriva la svolta: dalla Città metropolitana arrivano i fondi necessari per avviare l’ultima fase dei lavori. Concluso l’adeguamento antisismico, si punta a completare la ristrutturazione dell’ala dell’edificio. L’intervento è stato inserito nel primo accordo-quadro del 2019 attraverso il quale l’ex Provincia ha stanziato 15 milioni di euro per rimettere a nuovo circa 300 plessi, incluso il «Nino Bixio». «L’accordo sarà operativo a metà marzo, contiamo di avviare i lavori prima dell’estate», fa sapere Domenico Marrazzo, consigliere metropolitano alle Scuole. Non c’è un minuto da perdere, anche perché i disagi sono notevoli. Attualmente sono off-limits otto aule più i laboratori di meccanica tradizionale, elettrotecnica, chimica e fisica. Spesso gli studenti sono costretti a fare lezione nei laboratori, il che mette a rischio le strumentazioni e non garantisce a tutti la possibilità di utilizzare quegli stessi locali. Situazione ancora più grave se si pensa che, a fine gennaio, due delle sei aule appena ristrutturate sono state interdette dopo la comparsa di lesioni nelle volte. «Chiediamo alla Città metropolitana di dare seguito all’impegno fa sapere la preside Teresa Farina e di concludere i lavori al più presto».

Commenti

Translate »