Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Cava De’ Tirreni: Tentano di rapirle la Figlia. La madre decide di raccontare la storia sui social.

Tentano di rapirle la figlia. Ecco la storia che la mamma racconta sui social dopo aver denunciato l'accaduto ai Carabinieri.

Quella che state per leggere è una storia al limite dell’assurdo. Una cosa che nemmeno nei film di fantascienza si può vedere, quanto meno immaginare.

Nella mattinata di ieri, a Cava de’  Tirreni, una mamma con la sua piccina aspettavano sotto il palazzo di casa, in via Edoardo Talamo, la navetta per andare all’Asilo nido.

Improvvisamente di li una coppia, un uomo ed una donna e quest’ultima comincia ad attaccare bottone con la bambina.

Insospettita e indispettita da questo comportamento, la mamma non presagisce nulla di buono, e sente che deve allontanarsi.

La donna, poi, chiede esplicitamente alla mamma: “Me la vuoi dare la tua bimba?”. La risposta della giovane madre, allibita di quanto stava accadendo, è stata quella di qualsiasi madre e padre con un buon senso ovvero “Forse non stai bene..”

La donna, continua, incurante del fastidio che provocava, e tenta sempre di attaccare bottone con la piccola, chiedendole come stava, e presentandosi “Io mi chiamo Angela”.

La bimba si stringe a sua mamma, che nel frattempo si era innervosita perchè la situazione stava degenerando.

La donna a quel punto si allontana, minacciando apertamente la mamma con queste precise parole: “Tanto me la prendo”.

Così, la mamma della piccola ha raccontato l’episodio sui social, facendo girare il fatto anche attraverso un messaggio su whatsapp.

E’ importante far sapere a quante più persone possibili che a Cava de’ Tirreni è possibile che si aggirino rapitori di bimbi piccoli.

Intanto è stata sporta denuncia contro questa coppia, con tanto di identikit: sembra che i due siano italiani, non stranieri.

I Carabinieri hanno avviato le indagini del caso, e stamane hanno anche pattugliato la zona dove questa mamma abita con la sua famiglia.

Speriamo che sia solo il gesto balordo di due persone che non hanno la mente lucida, più che un gruppo organizzato atto a tali ignobili azioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.