Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Castellammare , morte Lucia Balzamo . Due medici indagati per omicidio colposo

Più informazioni su

E’ ad una prima svolta l’inchiesta sulla morte di Lucia Balzano, la giovane mamma 27enne di Torre del Greco arrivata al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare e morta dopo 16 ore di ricovero.

Il pubblico ministero Francesca Sorbillo ha iscritto due medici dell’ospedale di viale Europa nel registro degli indagati: l’ipotesi di reato sarebbe quella di omicidio colposo. Intanto, però, si attende anche per la data dell’esame autoptico che dovrà essere eseguito sul corpo della giovane di Torre del Greco. Lunedì 4 febbraio potrebbe essere la data utile per lo svolgimento di quello che, tecnicamente, è un atto irripetibile al quale potranno partecipare anche i periti nominati dalle difese.

I fatti.

Il pm Sorbillo, nella giornata di venerdì mattina, ha raccolto la denuncia direttamente dalla voce di Giuseppe Lupe, il marito di Lucia e del padre di lei, Cesare Balzano. La donna, nata a San Giorgio a Cremano, vissuta a Torre del Greco e residente a Scafati, era arrivata al pronto soccorso del San Leonardo alle 11,40 di giovedì scorso. In pochi giorni dalla gioia al dolore per la famiglie Lupe: il 17 gennaio, in una clinica privata di Torre del Greco, era nato il piccolo Christian. Una gioia per i due genitori, discreti e benvoluti da tutti, che non sono riusciti a godersi fino in fondo. Negli ultimi giorni infatti, Lucia aveva avuto febbre alta e una sensazione di malessere che era via via aumentata. Motivo per il quale giovedì, evitando altri ospedali, i familiari avevano deciso di portarla a Castellammare.

Nelle corsie del pronto soccorso del San Leonardo Lucia Balzano è entrata con le sue gambe accompagnata dal marito e dal papà. Ma le condizioni sono appare subito molto serie. Nel pomeriggio, infatti, è stato necessario anche l’intervento di medici rianimatori e sono state avviate anche le procedure per la profilassi nei casi di infezione.

Il triste epilogo.

Per tutta la serata Lucia Balzano è stata monitorata e controllata dai medici del San Leonardo. Ma le condizioni non hanno mai accennato a migliorare. I familiari, preoccupati, avrebbero chiesto anche il trasferimento presso un’altra struttura. E anche questo sarà uno dei punti cardine dell’inchiesta aperta dal pm Sorbillo dopo la denuncia di Giuseppe e Cesare, marito e padre della 27enne mamma da pochissimi giorni. Perché in presenza di una situazione che andava peggiorando nessuno ha disposto il trasferimento? Lucia si sarebbe potuta salvare qualora controlli diversi fossero stati effettuati magari presso una struttura specializzata per gli stati infettivi.

La difesa dell’Asl.

Nelle carte dell’inchiesta, del resto, le 3 del mattino di venerdì è l’orario indicato come quello in cui il cuore di Lucia Balzano ha cessato di battere. In una nota ufficiale, diramata nella giornata di venerdì, l’Asl nel porgere le condoglianze alla famiglia per la morte di Lucia, ha parlato ufficialmente di un decesso avvenuto per sepsi infettiva. Dal punto di vista clinico l’ipotesi è che la giovane mamma di Torre del Greco potesse aver contratto una forma di meningite. Ed ora toccherà all’inchiesta del pm Sorbillo stabilire quale sia stata la reale causa del decesso e soprattutto per quale motivo non sia stato deciso il trasferimento presso un ospedale specializzato nel trattamento di questo tipo di patologie. L’Asl, del resto, ha difeso anche nella nota diffusa venerdì il lavoro di medici e paramedici del San Leonardo. “Sono stati messi in atto con grande tempestività tutti gli interventi previsti in questi casi da parte dei sanitari intervenuti (medici d’urgenza, rianimatori, infermieri)”.

L’addio a Lucia.

Solo dopo l’autopsia, che dovrà fornire tutti gli elementi tecnici necessari a comprendere i motivi della morte di Lucia Balzano, la salma verrà restituita alla famiglia. Solo in quel momento sarà possibile predisporre i funerali per l’ultimo saluto alla giovane mamma torrese. Che lascia un figlio che non potrà mai ricordarla. E che, forse, riuscirà un giorno a conoscere il motivo per il quale l’esistenza di Lucia sia stata strappata così giovane alla vita.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.