Quantcast

Sant’Agnello con l’uomo in più ed è sconfitto

In una gara nervosa i costieri vengono abbattuti da Russomanno

 

 Nessuna descrizione della foto disponibile.Redazione – In una gara nervosa il Sant’Agnello viene sconfitto da Russomanno e non sfrutta l’uomo in più.

Si ferma la striscia positiva dei biancazzurri contro la Virtus Avellino che con il minimo sforzo e con l’uomo in meno, porta in terra dei lupi tre punti ed affianca proprio i santanellesi in classifica.

È stata una gara dal doppio volto: prima frazione con diverse ammonizioni e rosso per doppia ammonizione a Strianese, e con gli ospiti che passano in vantaggio con Russomanno; seconda frazione con la squadra di mister Serrapica a serrare le fila per trovare il pareggio.

Fin dai primi minuti la tensione pervade entrambe, ma il primo brivido è al 14’ per un’uscita avventurosa di Robertiello, al 20’ bella iniziativa di Caruso sull’out di destra, serve Alleruzzo che allarga per Cucciniello, il tiro del centrocampista è troppo strozzato e non impensierisce Formisano. Cucciniello effettua un sombrero su Di Donna e confeziona un assist al bacio per Russomanno che si allunga quel tanto che basta per battere Formisano, ma era in fuorigioco.

Irpini ancora in cattedra al 30’ con Caruso il cui tiro è ribattuto da una selva di gambe e da qualche mano, e poi al 32’ vanno in vantaggio con un colpo ad effetto di Russomanno: traiettoria della sfera imprendibile, supera l’estremo biancazzurro, sbatte sulla parte bassa della traversa e supera la linea di porta.

La partita si incattivisce e l’arbitro deve cacciare varie volte il cartellino giallo: Cucciniello e Piacente per la Virtus e Lauro per i costieri, poi la giacchetta ‘nera’ deve il rosso nei confronti di Strianese dopo un doppio giallo per un’entrata scomposta su Alleruzzo.

Questo favorisce la squadra santanellese  ed al 42’ imbastisce un fulmineo contropiede, ma il tiro di Lauro viene neutralizzato da un incredibile Robertiello che si distende e con le dita della mano destra devia in angolo. Lo stesso attaccante si ripropone al 46’ e Pascuccio lo mette a terra e si becca anche lui il giallo, sulla punizione di Veniero un altro intervento miracoloso di Robertiello che porta le squadre negli spogliatoi.

I costieri iniziano la ripresa con ben tre cambi per rimettere le cose sul binario giusto, ed all’8’ potrebbero pareggiare ma il tiro di Mosca che incrocia di destro non sorprende Robertiello e finisce sulla parte alta della traversa. Poi al 10’ ancora sugli scudi il portiere irpino che ipnotizza Mosca e respinge il suo tiro centrale. Al 23’ con una magia Ammendola lascia sul posto Alfano e fa partire il suo destro, ma stringe troppo il colpo e la palla finisce fuori. I costieri tentano il tutto per tutto ma non riescono a perforare la porta difesa Robertiello e ci sono altri nomi che l’arbitro annota sul suo taccuino giallo. Nei muniti di recupero il Sant’Agnello va vicino al pareggio con Fiorentino, ma la sua conclusione è parata dall’estremo irpino.

GISPA

 

Commenti

Translate »