Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Maiori, scuola via De Jusola: indetta gara per la demolizione e la ricostruzione del plesso

Ecco i termini del project financing, dall'importo complessivo di circa 8 milioni di euro

Maiori, Costiera Amalfitana. Nuova accelerata sul project financing della scuola di via De Jusola. L’ufficio di area tecnica del comune di Maiori, ha indetto una “gara ad evidenza pubblica per l’affidamento del contratto pubblico avente ad oggetto la concessione per “demolizione e ricostruzione del complesso scolastico” in questione, con l’apporto di capitali privati. Nella determina a contrarre dello scorso 9 gennaio 2019, promotore del progetto è stata nominata a luglio la G.E.M.A.R. S.p.A. di Piano di Sorrento, e l’importo complessivo dei lavori previsto dal quadro economico, ammonta ad € 8.035.004,19: il piano di investimento per l’opera, prevede la concessione di un “contributo prezzo” da parte del comune di Maiori pari a € 3.150.000, mentre sarà a carico della società che si aggiudicherà l’appalto la restante parte del costo di realizzazione.

Il “contributo prezzo” è subordinato al conseguimento del finanziamento a valere sui fondi regionali, ed in caso di mancato ricevimento di tale contributo, la cifra sarà coperta da “devoluzioni di mutui, alienazioni di immobili e contrazione nuovo mutuo”. Gli attuali edifici scolastici, come previsto, saranno rimpiazzati da un nuovo plesso insieme ad un parcheggio interrato: 75 box sorgeranno in quest’area e si ipotizza un periodo di concessione di 99 anni. Nella procedura aperta, con il criterio di offerta economicamente vantaggiosa, si prevede inoltre che “ai ricavi di gestione connessi ai diritti di superficie dei posti auto, si aggiunge un “canone di servizio” annuo riconosciuto dall’Amministrazione per la manutenzione del plesso scolastico, per la durata di 10 anni, pari ad € 60.000,00″ per la manutenzione dell’edificio e le utenze specifiche.

Le ultime vicende sulla scuola di via De Jusola

Fu proprio l’ottobre dello scorso anno, quando le madri protestarono per le crepe nelle classi del secondo piano, che il sindaco Antonio Capone ritornò sul project financing della nuova scuola, lanciato durante l’estate. In autunno quei giorni sentimmo il consigliere di opposizione Valentino Fiorillo, che in quell’occasione parlò della perdita del treno dei finanziamenti regionali per la messa in sicurezza delle scuole, con i fondi per l’edilizia scolastica: fu proprio la candidatura di tale opera con project financing, che decretò l’esclusione da questi finanziamenti. Ad oggi, da tale atto dell’ufficio tecnico si scopre che il “contributo prezzo” a carico del comune di Maiori (pari a circa il 40% dell’intero importo dei lavori) è in realtà subordinato a fondi regionali che l’Ente comunale dovrà reperire, per non intraprendere la strada dell’indebitamento con la contrazione di mutui e/o l’alienazione degli immobili in patrimonio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.