Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Circum, previsto nuovo incontro tra EAV e sindaci della Penisola Sorrentina: si parlerà del servizio notturno

Continua a tenere banco la situazione legata alla Circumvesuviana, il treno che collega Napoli e Sorrento. Durante il Capodanno vi abbiamo segnalato enormi disagi per i pendolari, con la percezione che la situazione sia veramente essere giunta ad un punto di non ritorno.

Soppressione di corse, ritardi, guasti, tanti sono i problemi che affliggono la linea ferroviaria da tanto tempo. Questo non fa altro che far preoccupare ulteriormente anche i sindaci della Penisola Sorrentina. Si avvicina l’estate e un altro anno con la situazione traffico di sempre non è sostenibile.

Lo sanno un po’ tutti, ormai, e quindi tornano in auge nuovamente soluzioni che da tempo vengono discusse. Si sta riproponendo l’idea di una metropolitana notturna. A breve se ne parlerà in un incontro tra i sei sindaci della penisola sorrentina, il presidente l’Eav Umberto de Gregorio, Federalberghi penisola Sorrentina e l’Abbac. Si cerca un accordo definitivo. Verrà rinnovato il progetto per la Circumvesuviana serale prevista per tutta l’estate, con corse garantite almeno fino alle due del mattino. L’Eav cerca un accordo ma i comuni, gli albergatori e i titolari delle strutture ricettive dell’intera zona devono prevedere un contributo economico.

La Circumvesuviana nottura, secondo i progetti, fungeranno come collegamento da Castellammare a Sorrento, nei giorni feriali e da Napoli a Sorrento nei festivi e nei sabati.

Le corse notturne partiranno dalle 22.30 fino alle 2 del mattino.

Non è molto d’accordo Gaetano Maresca, che sul suo blog riporta il suo disappunto: ” Se CircumDeGregorio pensa di scucire ancora quattrini ai Sindaci per darci treni di notte è meglio rinviarlo il vertice. I treni di notte a noi (Cittadini) non interessano.  Ci sono già costati 25 mila euro nel 2018. Abbiamo bisogno di quelli di giorno. Abbiamo bisogno di stazioni presidiate e accoglienti, biglietterie funzionanti, abbiamo bisogno di treni puliti che partano e arrivino in orario e di corse per studenti e lavoratori, così come nel Contratto di Servizio con la Regione.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Arturo

    Se non sono capaci di gestire un servizio diurno, figuriamoci il notturno.Anche stamattina ormai come di consueto il treni bloccati, porte che non si aprono, cambia il treno e facciamo 30 minuti di ritardo. Le conseguenze le paghiamo noi lavoratori. Poi dicono fate il biglietto o abbonamento. Allora fanno bene i portoghesi , per quello che offre la società e gia troppo.