Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Caos di Capodanno , Capri fa causa alla Nientedimento . Staiano “12 mila euro per l’avvocato?”

il Comune di Capri fa ufficialmente causa alla società Nientedimeno di Giovanni Brancaccio con sede a Mercato San Severino (Salerno). La Giunta Comunale di Capri, con la delibera numero 7 pubblicata oggi, ha infatti deciso di citare in giudizio, nell’interesse del Comune, la ditta della provincia di Salerno “per conseguire la risoluzione del contratto per inadempimento ed il risarcimento dei danni” ed ha nominato legale di fiducia dell’Ente nell’ambito del ricorso in questione l’avvocato anacaprese Gianluca Viva con studio legale a Napoli.

La delibera dell’amministrazione fa riferimento alla nota del 14 gennaio con la quale il funzionario responsabile del settore segreteria e affari generali del Comune Marica Avellino, in riscontro ad una richiesta specifica del Sindaco, ha relazionato  “ampiamente e dettagliatamente sulle manifestazioni del 30 e del 31 dicembre 2018 realizzate dalla ditta Nientedimeno di Giovanni Brancaccio & C s.a.s. evidenziando – si legge nella nota – le gravi inadempienze contrattuali per le prestazioni rese e richiedendo, a tutela degli interessi e dell’immagine dell’Ente, la costituzione in giudizio”.

Il Comune dunque non ha intenzione di corrispondere nemmeno un euro dei 38mila previsti. L’intricata matassa finirà davanti ai giudici.

L’articolo del collega Giuseppe Catuogno è scaturito dopo un post sul profilo facebook di Sivio Staiano, noto imprenditore titolare di Capri Watch, che fa davvero un attento e continuo lavoro da “cittadino” attivo nei confronti degli sperperi della pubblica amministrazione che dovrebbe essere condivisa da tutti .

“Colpisce e non poco che proprio oggi, dopo il mio post di stamattina, la Giunta Comunale abbia deliberato la ASTRONOMICA CIFRA DI € 12.302, 59 (dodicimilatrecento e rotti euro) per richiedere un risarcimento NON QUANTIFICATO E NON QUANTIFICABILE ad una società che pare abbia come Capitale Sociale, poche migliaia di euro!!! Sic.

Come si pensa di poter ottenere un risarcimento congruo dalla Nientedimeno di Giovanni Brancaccio & C sas??? Questa società ha risorse per un risarcimento da 1 milione di euro per aver rovinato il Capodanno a Capri???Oltre a rovinare il Capodanno a tutti ora vogliono rovinare anche questa azienda ritenendola responsabile quando la irresponsabilità E’ STATA QUELLA DI AVERLA SCELTA e o perlomeno di essersi fidati INCAUTAMENTE di essa???”

E Staiano non si ferma qui, portando avanti una attività social che fa da sprone a giornalisti e politici.

“Forse non tutti sanno che, spulciando spulciando tra le delibere degli ultimi 3 giorni pubblicate sull’Albo Pretorio si può scoprire che:

Il Comune di Capri per le festività di Natale 2018 e Capodanno (senza considerare gli addobbi e le luci) ha speso ben oltre € 108.000 (centottomila euro)!!!!

Ha disposto, in data 18 gennaio 2019, il saldo della parcella dell’avv. Prof. Giovanni Leone pari ad 7.544, 55 per il quale era prevista la somma di euro 10.777,93 per un ricorso al TAR per la vicenda delle macchinette e del modificato “regolamento sale da gioco e giochi leciti”. Per “FORTUNA” il Comune ha perso (come tante altre volte) la causa e per il principio della soccombenza abbiam risparmiato (PERCHE SI TRATTAVA SEMPRE DI SOLDI NOSTRI) il 30%!!!…

Il Comune di Capri, ancora una volta sempre il 18 gennaio 2019, utilizzando i nostri soldi ha dato mandato all’avv. Giuseppe Sartorio di Napoli, deliberando l’assegnazione della somma in favore del legale di oltre € 16.000 -sedicimila euro- per contrastare la società MODIMAR Srl che ha proposto ricorso al TAR Campania relativamente ad “annullamento – previa sospensiva del provvedimento di esclusione dalla gara per l’Appalto di servizi tecnici di architettura e ingegneria…….rispetto a “sistemazione e adeguamento del Porto Commerciale di Marina Grande”

Sempre il 18 gennaio il Comune conferisce altri due incarichi che, complessivamente superano € 10.000 (ben oltre diecimila euro!!!), che occorrono per contrastare un ennesimo ricorso al Tar di un cittadino e un ricorso al Presidente della Repubblica di una ditta individuale che avversano ancora una volta atti e decisioni del Comune di Capri.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.