Andria. Teresa ha perso la sua battaglia contro il tumore. Il popolo di Facebook in lutto

Più informazioni su

Teresa Calvano era giovanissima, aveva appena 33 anni, bella e solare, con tanta voglia di vivere. Poi ha dovuto fare i conti con la dura realtà della malattia, un osteosarcoma contro il quale ha combattuto con tutte le sue forze per otto mesi ma contro il quale alla fine ha perso la sua battaglia. Su Facebook era diventa un simbolo di tutti quelli che non si arrendono di fronte al male. Teresa aveva trasformato la sua esperienza in una occasione per fare del bene fondando il progetto “(T)urban wave”, cioè la creazione di turbanti colorati da distribuite a tutte le donne ricoverate nei reparti di oncologia e con i soldi raccolti sosteneva l’associazione “Onda d’urto” sulla ricerca per le cause scatenanti dei tumori in città. Un modo per infondere loro la forza ed il coraggio di andare avanti, di non arrendersi, di lottare per restare aggrappate alla vita. Teresa aveva creato anche una pagina su Facebook, “Anime belle”, che in poco tempo è diventata seguitissima e attraverso la quale parlava della sua esperienza, del suo dolore ma anche delle sue speranze, diventando un punto di riferimento per tante persone malate e non. Proprio il 31 dicembre Teresa ha pubblicato il suo ultimo post nel quale dichiarava di essere felice perché poteva ancora salutare il nuovo anno e, per l’occasione, si era truccata per essere ancora più bella, nonostante i segni della malattia: “Non sto benissimo…ma mi sono detta perché non sistemarmi per le feste? Un po’ di trucco ..un look più colorato e il gioco è fatto! Non voglio elencare le cose del passato.. perché spero in un futuro migliore è voglio solo stare più tempo possibile su questa terra ..questa vita l’amo ASSAI. Mi godo stasera la mia famiglia che c’è sempre stata… il mio amore è sono la donna più felice del mondo”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »