Amalfi, un anno dalla morte di Fabio Borgese: presto torneo di calcetto a suo nome

Amalfi. E’ passato ormai un anno da quel 9 gennaio 2018 che ha visto strappare ai suoi cari Fabio Borgese, atleta di 34 anni colto da un malore. Il giovane padre si era recato all’Ospedale di Castiglione, non riportando nulla di grave e rientrando a casa, per poi successivamente accusare dei forti dolori al petto. La moglie lo ricondusse presso il presidio di Ravello, e qui Fabio si spense, lasciando moglie e figlioletta.

Una notizia che sconvolse tutta la Costiera Amalfitana e il mondo dello sport dilettantistico della provincia di Salerno e della Campania. Fabio era un ragazzo d’oro, noto per il calcio a cinque e dovunque apprezzato per le sue doti di sportività e lealtà. Oltretutto, amava anche il canottaggio.

Numerosi furono i messaggi di cordoglio da parte degli amici e dei conoscenti e le manifestazioni d’affetto da parte dei suoi colleghi. A distanza di un anno dalla sua scomparsa, sarà presto organizzato dal Centro Monsignor Marini di Amalfi un torneo di calcetto a suo nome.

Già nel marzo scorso la Coppa Campania di Calcio a 5 fu dedicata a Fabio.

Commenti

Translate »