Quantcast

Amalfi. Lettera – denuncia bomba di Parlatore, dalle ingiustizie al Porto al dramma casa fotogallery

Più informazioni su

Amalfi . Riceviamo e pubblichiamo, con ritardo perchè non è semplice trattare di queste cose una lettera – denuncia bomba di Andrea Parlatore . Parlatore noi di Positanonews lo conosciamo da sempre , non faceva parte del “bottone”, come si suol dire, cioè del “sistema”. Per sistema non intendiamo necessariamente illegalità, queste devono essere accertate solo dagli organi competenti a cui pure si è rivolto Parlatore, la Procura di Salerno, la Regione Campania a Napoli, Roma o dir si voglia. Ma le ingiustizie non sono sempre illegali “Si trovano pretesti una ingiustizia sostanziale – diceva Andrea Parlatore – tutti abbiamo diritto a lavorare, ma io vengo messo in condizioni di non operare”. Ora non solo non è più in grado di operare, pur essendo un amalfitano vero, ma sembra anche non in grando di poter aver una casa. Un dramma quello della casa che si sta acuendo negli ultimi anni, tutti oramai hanno trasformato le proprie abitazioni in attività ricettive,  con costi diventati proibitivi. In qualche modo la catena della solidarietà riesce a funzionare, si dovrebbe trovar ricovero a chi è in difficoltà Parlatore fa riferimento alla ex scuola di Vettica, dove vengono ospitate delle persone, e dove vorrebbe essere accolto anche lui con la moglie. Non conosciamo la situazione, non vogliamo prendere parte per nessuno, ma in Costiera amalfitana ci sono persone in difficoltà e non si può non tenerne conto umanamente e socialmente. Dovere di un giornalista è pubblicare , non di trovare soluzioni, queste vanno chieste ad altri. Il nostro è un atto di umanità e di giustizia e speriamo che si trovi una soluzione civile e giusta.

Più informazioni su

Commenti

Translate »