Salernitana   a Gregucci  Firmato un contratto fino al 2020  è il suo terzo ritorno in granata  Il tecnico: «Sono motivatissimo»

Lascia lo staff della Nazionale

L’allenatore nato in provincia di Taranto, 54 anni, ha rescisso il contratto con la Nazionale italiana, dove era uno degli assistenti del c.t. Roberto Mancini

Angelo Gregucci è il nuovo allenatore della Salernitana. Ieri sera, poco dopo le 19,30, ha risolto consensualmente il contratto che lo legava alla Figc, in quanto collaboratore del ct Mancini, e ha potuto accordarsi ufficialmente col club campano. Si lega alla Salernitana fino a giugno 2020, dunque per un anno e mezzo, di fatto coprendo così la stessa durata del contratto che aveva con la Federcalcio. «Sono molto contento – ha commentato Gregucci – di essere tornato alla Salernitana, ringrazio la proprietà per la fiducia e l’opportunità che mi ha dato e spero di contraccambiare sul campo con tanto impegno. Conosco molto bene Salerno, una piazza straordinaria con una tifoseria in grado di rappresentare un vero e proprio valore aggiunto e non vedo l’ora di mettermi al lavoro. Questa squadra ha valori importanti e sono convinto che potrà fare grandi cose». Per Gregucci si tratta della terza volta sulla panchina granata. Dopo aver incontrato, mercoledì, prima Gregucci e poi Calori, i dirigenti granata hanno fatto il punto della situazione, valutando anche l’umore della piazza rispetto ai vari nomi proposti. Nonostante l’apprezzamento per Calori, alla fine la scelta è caduta su Gregucci. Lotito, Mezzaroma e Fabiani sono stati a pranzo, poi l’incontro con l’allenatore pugliese, la risoluzione del suo contratto con la FIGC e l’ufficializzazione dell’accordo con la Salernitana intorno alle 20.

FABIANI. «Speriamo di cambiare percorso – ha commentato il ds Fabiani -. Ci dispiace per com’è andata con Colantuono, che ringraziamo per la signorilità dimostrata. Gregucci lo conosciamo e lui conosce Salerno. Non è stato facile strapparlo alla Nazionale. Nell’ultimo periodo non siamo stati all’altezza e le responsabilità sono da dividere in parti uguali, sarebbe disonesto puntare l’indice solo su Colantuono». A proposito della bufera social scatenatasi per la diffusione su WhatsApp e in una tv locale di un messaggio audio dell’ex bomber granata Pisano ad un anonimo interlocutore nel quale si parlava dell’ipotesi Delio Rossi e della presunta bocciatura di Fabiani, il diesse, in una nota, ha precisato che «nulla di quanto è stato dichiarato corrisponde al vero» ed ha aggiunto di stimare Rossi e che «nessun contatto» c’è stato con l’ex granata «così come nessun contatto vi è stato tra quest’ultimo e la proprietà». Fabiani, per gli insulti e le minacce ricevute sui social, si è rivolto ad un legale di fiducia per «per tutelare la Salernitana e i soggetti coinvolti nelle sedi giudiziarie opportune».

SQUADRA. Gregucci sarà già questa mattina a Salerno, poi alle 15 dirigerà il primo allenamento a San Gregorio Magno. Ieri i calciatori granata si sono allenati all’Arechi, affrontando nel pomeriggio la squadra Primavera. Roberto Beni, che dopo le dimissioni di Colantuono ha diretto gli allenamenti, ha provato il 4-3-1-2, modulo caro proprio a Gregucci. Il nuovo allenatore porterà con sé un vice. Gigi Genovese, attuale tecnico della Primavera, dovrebbe tornare nel ruolo di preparatore dei portieri. Cristoforo Filetti resterà come preparatore atletico.

fonte:corrieredellosport

Commenti

Translate »