Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Droga dello stupro e B & B come alcove del sesso, il lato oscuro di Sorrento

Più informazioni su

Sorrento. Emergono ancora particolari sulla vicenda che ha visto una  ragazza subire violenza dopo la droga dello stupro da un ristoratore di Sorrento, grazie alla complicità di un’amica che, stando ai resoconti, la avrebbe venduta per 100 euro. Emergono altri casi, altre situazioni in Penisola Sorrentina, Bed and Breakfast usate come alcove del sesso, altri casi.. Ma cosa è questa droga e dove la si procura? Si tratta di sostanze che possono avere effetti sedativi, ipnotici o dissociativi, ma soprattutto causano disinibizione sessuale e amnesia riguardo gran parte di quello che accade durante l’effetto della droga. Le droghe da stupro sono per definizione incolore, inodore e insapore, ecco perché sono definite droghe furbe, data la facilità con cui si possono occultare. I diversi principi attivi sono sostanze considerate legali, per uso medico, e in molte nazioni sono venduti dietro stretta prescrizione medica. Sono spesso farmaci del gruppo delle benzodiazepine così come ketamina o Gbl, ma attualmente anche in Italia il più usato e pericoloso è l’acido gamma – idrossibutirrico o Ghb, utilizzato nelle terapie di disintossicazione dall’alcol ed in casi di depressione, sotto forma di farmaco conosciuto con il nome di Alcover. Protagonista della cronaca in tutto il mondo negli ultimi anni il Ghb sarebbe quindi diventato la sostanza più utilizzata per alcuni stupri maturati anche nelle discoteche italiane. L’allarme che riguarda questo sale sodico incolore e insapore nasce negli Usa dove già dal 1999 l’acido idrossibutirrico è stato inserito nella lista delle droghe. In effetti a dispetto degli usi terapeutici ed anestetici per cui era stato sintetizzato, utilizzato anche come anabolizzante nelle palestre e comunemente venduto nei drugstore, poche gocce nel bicchiere delle vittime designate inducono ad uno stato di euforia e di abbandono, senza lasciare nessun ricordo della violenza ma solo un grande senso di colpa. E’ una sostanza relativamente semplice da reperire e la ricetta per fare in casa il Ghb, quattro atomi di carbonio facili da sintetizzare, si trova nei newsgroup su Internet. E se sotto stretto controllo medico, quando usato per scopi terapeutici le dosi di Ghb (circa 50 milligrammi) non provocano i sintomi denunciati nei casi di abuso, cioè euforia, amnesia e disinibizione sessuale, quantità superiori o l’assunzione insieme ad alcol o cannabis possano provocare effetti indesiderati anche gravi sino alla morte. ‘Un recente sequestro fatto a Milano dalle Forze dell’Ordine – spiega Sabrina Magris Presidente École Universitaire Internationale, Doctor of Science in Psychology Psy.D. –USA ed esperta in “Psicologia Investigativa: casi di DFSA” (Drug Facilitated Sexual Assault) – ha strappato al mercato circa 57mila dosi di Ghb, e io penso con preoccupazione alle 57mila vittime a cui era destinata la sostanza stupefacente”. Quantitativi ingenti, dedicati ad un mercato criminale in crescita, prodotti a basso costo, spesso ‘in casa’, che destano la necessità di fare chiarezza ed informare senza alcuna ambiguità la popolazione sui pericoli presenti e futuri che queste nuove sostanze stupefacenti possono determinare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.