Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Castellammare. Pietre sul treno Napoli – Salerno, ferita in faccia una ragazza

Castellammare. Pietre sul treno Napoli – Salerno, ferita in faccia una ragazza. Le schegge di un vetro andato in frantumi a causa del lancio di un sasso che ha centrato un convoglio della metropolitana regionale di Trenitalia a Torre del Greco le sono finite sul viso .
Secondo quanto ricostruito dalla sezione regionale di Rfi (Rete ferroviaria italiana), erano circa le 15.40 quando il convoglio partito da Castellammare di Stabia e diretto a Napoli è stato centrato da un sasso lanciato da una mano ignota non molto distante dalla stazione di Santa Maria la Bruna. È qui che il treno si è fermato per permettere alla ventiduenne di essere medicata dai sanitari del 118. Una ferita all’orecchio e la perdita ematica hanno convinto gli operatori dell’ambulanza a portare la ragazza nel pronto soccorso dell’ospedale Maresca. Qui i medici in servizio in quel momento al centro di primo intervento del nosocomio di via Montedoro hanno prestato le cure del caso, scongiurando che potessero esserci ulteriori complicazioni. Nel frattempo il treno è stato scandagliato dalle forze dell’ordine, che ora sono al lavoro per ricostruire la dinamica di quanto accaduto e sono impegnate nel difficile compito di provare a dare un nome a chi ha lanciato quella pietra che solo per un caso fortuito non ha provocato danni più gravi. Ascoltati anche alcuni passeggeri, in particolare quelli più vicini alla ragazza ferita. Il loro racconto potrebbe essere utile alle indagini.

Nel frattempo la circolazione lungo la tratta Napoli- Salerno ha subito rallentamenti per quasi due ore, con cinque convogli che hanno accusato ritardi perfino di mezz’ora rispetto alla regolare tabella di marcia. In una circostanza, una corsa è stata cancellata. Solo attorno alle 17, secondo quanto annunciato dal servizio di Infomobilità di Rfi, la circolazione ferroviaria è tornata alla normalità. Sul caso è intervenuto con una nota il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Borrelli: «A quanto sembra – dichiara – i mezzi pubblici sono sotto attacco di balordi, baby gang, teppisti e vandali di ogni tipo. Non c’è altra soluzione contro questa orda di distruttori, che per gioco mettono a rischio la vita di coloro che lavorano su questi mezzi e dei passeggeri, che usare una dura repressione. Se si tratta di minori poi vanno colpite le famiglie arrivando a levargli anche la genitorialità».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.