Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Capri. Nel cimitero rubata la statua dalla tomba di un neonato, la madre ne implora la restituzione

Capri. La vicenda ha dell’incredibile ed ha scatenato reazioni di sdegno tra i cittadini dell’isola azzurra. Il furto è già di per sé un’azione illegale e condannabile ma quando viene perpetrato in un luogo sacro come un camposanto diventa ancora più inaccettabile. Ed è proprio quello che è successo sull’isola azzurra, dove dei ladri hanno portato via dal cimitero una statua di circa trenta centimetri raffigurante un bambino. La scultura era stata realizzata in memoria di un neonato, deceduto dopo appena una settimana dalla nascita. La madre del bambino, che oggi ha 86 anni, non riesce ad accettare questo ignobile gesto, sentendosi violata nel suo dolore di madre. Per lei quella piccola scultura rappresentava una sorta di legame con il suo bambino prematuramente scomparso ed ora andare al cimitero e non vederla più è per lei una sofferenza e non riesce a capire perché qualcuno abbia compiuto un gesto così orribile, non avendo rispetto neanche di fronte alla morte. L’anziana donna ha chiesto all’autore del furto di pentirsi e di riportare la statua sulla tomba da cui è stata strappata. Ci auguriamo che il ladro possa rendersi conto del male compiuto e restituire quanto indebitamente sottratto ridando la serenità ad una madre che ai piedi di quella piccola statua ha per anni versato le sue lacrime e che per lei ha un valore affettivo enorme.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.