Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Capri. Ancora un’emergenza sanitaria con l’impossibilità di ricorrere all’elisoccorso, i cittadini rischiano la vita

Capri. Continuano gli episodi legati all’emergenza sanitaria. Un medico di Capri di circa 60 anni, che esercita la sua professione in uno studio sito ad Anacapri, rientrando da Napoli è stato colto da un improvviso malore e trasportato d’urgenza al nosocomio caprese “Capilupi”, dove è giunto in condizioni gravi a causa di um’emorragia interna. Il quadro clinico ha fatto scattare immediatamente la situazione di “Core”, cioè la centrale operativa regionale che gestisce le emergenze con la richiesta dell’intervento dell’eliambulanza per il trasferimento del paziente in una struttura più idonea. Purtroppo, trovandosi in un orario del giorno nel quale vi è mancanza di luce naturale, non si è potuto ricorrere all’elisoccorso poiché la piazzola di atterraggio di Anacapri era sprovvista di illuminazione e si è quindi dovuto optare per il trasporto via mare. Ma anche questa opzione non è stata possibile per le avverse condizioni del mare che, non solo non consentivano l’utilizzo di un’idroambulanza, ma non permettevano nemmeno il trasporto del paziente in un’ambulanza imbarcata sul traghetto. In attesa di soluzioni si è cercato anche di eseguire delle manovre di emergenza sul campo sportivo di San Costanzo ma anche questa scelta si è dimostrata inattuabile. Stante il persistere della situazione di gravità del paziente, viene allertata l’unità di crisi della Prefettura di Napoli che provvede ad inviare sull’sola un elicottero militare che viene utilizzato in situazioni di emergenza e che è quindi in grado di operare anche in condizioni avverse. Finalmente si riesce a trasportare l’uomo presso l’ospedale “Cardarelli” di Napoli dove viene ricoverato e sottoposto a tutte le cure del caso. La vicenda si è conclusa in modo positivo ma solleva ancora una volta la questione della sicurezza sanitaria sull’isola dove, soprattutto nel periodo invernale, diventa difficoltoso garantire il trasporto dei pazienti sulla terraferma mettendo a rischio la vita degli stessi per i quali il tempo diventa un alleato prezioso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.