Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Piano di Sorrento. Finalmente attuato il regolamento contro le slot machine

Piano di Sorrento. Il problema del gioco d’azzardo è diventato oramai enorme ed è molto sentito anche in penisola sorrentina dove sono in tanti quelli che portano avanti la battaglia contro l’apertura di sempre più locali dediti alle scommesse, locali che nella maggior parte dei casi si trovano nelle zone centrali delle città e, inevitabilmente, troppo vicini agli edifici scolastici e ad altri luoghi sensibili. Per luoghi sensibili si intendono anche gli edifici religiosi, gli impianti sportivi, i luoghi di aggregazione giovanile, i punti di ritrovo degli anziani, gli sportelli bancomat e le stazioni ferroviarie. Anche a Piano di Sorrento  basta guardarsi intorno e vedere dove sono ubicate le sale scommesse presenti sul territorio e si potrà facilmente riscontrare che a poca distanza è presente uno di questi punti sensibili e, spesso, anche più di uno. Ora, finalmente, il Comune carottese ha deciso di attuare il regolamento approvato nel marzo del 2016 ma, in realtà, mai reso operativo fino a questo momento. Il promotore all’epoca fu il consigliere di minoranza Antonio D’Aniello che ora, attraverso il suo blog, rende noto che “Finalmente il Comune di Piano di Sorrento ha inviato la lettera agli esercenti che hanno le slot machine, quelle maledette macchinette mangiasoldi autorizzate dallo Stato, per attuare un regolamento approvato anni fa di cui sono il promotore. Ora daremo qualche settimana agli esercenti per adottare le nuove misure, che sono solo un piccolo passo nella speranza di contenere i numeri mostruosi del gioco d’azzardo. Per chi se lo fosse perso, solo a Piano vengono giocati quasi 12 milioni di euro. In base al regolamento sarà vietato aprire sale giochi a meno di 500 metri da una serie di luoghi di attività sociali (scuole, chiese, impianti sportivi, ecc.) ed a meno di 200 metri da compro oro, agenzie di prestiti o sportelli bancomat per evitare che la ludopatia riduca sul lastrico i giocatori. Tutto questo riguarda le nuove licenze e, decorsi i cinque anni dall’approvazione del regolamento, anche le licenze già rilasciate dal Comune di Piano di Sorrento. Ad oggi, vanno rispettate da subito le disposizioni previste dal regolamento in materia di informazione, prevedendo il divieto di uso per i minori di anni 18, le indicazioni di uso degli apparecchi presenti in sala e qualora vi siano informazioni relative alle vincite effettuate deve essere segnalato anche l’importo totale delle giocate. I cartelli nel regolamento devono avere una misura minima ed essere presenti su ogni apparecchio. Inoltre sono previsti i seguenti orari: dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 23.00 di tutti i giorni, festivi compresi. Le apparecchiature devono essere spente, in caso in cui non ci sia la chiusura del locale”. Ci si augura che questo passo avanti del Comune riesca a ridurre notevolmente la pratica del gioco d’azzardo che, purtroppo, continua a portare sul lastrico tantissime persone e, soprattutto, numerosissimi giovani attratti da quello che sembra un guadagno facile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Biagio Rossi

    Ottimo Antonio, sappiamo che Tante Volte sembra che si combatta contro i mulino al vento ma, tu non
    Molli e, anche in questi casi ci sei riuscito. Buon lavoro