Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Ancora lavori sulla Meta/Amalfi, senza finire quelli precedenti e intasando sempre di più il traffico. E’ una vergogna!

Informiamo la cittadinanza che sulla famosa “Meta\Amalfi” all’altezza del Bar Lena, per motivi di lavori stradali, il senso unico è alternato con semaforo. Invitiamo alla massima prudenza, non essendoci segnaletica di avviso.

Purtroppo i lavori in questa strada sono infiniti, infatti come abbiamo segnalato più e più volte, è da circa un anno e mezzo che, subito dopo l’incrocio per Trinità, persistono lavori di manutenzione che hanno reso la strada inpraticabile in senso alternato. Oltretutto gli incivili percorrono questa strada senza tener conto della segnaletica (che permette la viabilità solo ai mezzi piccoli e solo in direzione Meta) facendo tutto l’opposto.  Perché questa strada ancora non è stata ancora aperta? L’amministrazione comunale si rende conto che è un disagio non solo per chi ci vive ma anche per il resto della pensiola, visto che i pullman, che precedentemente ai lavori erano obbligati a percorrere quella strada per andare in direzione Napoli, sono costretti a percorrere il Corso Italia, bloccando il traffico? Restiamo sempre in attesa di risposte e non come giornale, ma come cittadini stanchi dover affrontare sempre le stesse situazioni di disagio ogni giorno.

E’ una vergogna!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da un metese

    Se la strada interessava met e vasche il nostro primo cittadino andava lui e la sua giunta a lavorare e entro un mese la strada si riapriva al traffico