Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

L’imperdibile partita di calcetto.

Più informazioni su

Sorrento. C’è chi la organizza, chi è sempre pronto ad accettare l’invito, chi la vive in maniera particolare e chi non vuole mai indossare la casacca, insomma, la partita di calcetto è come uno sport a parte, diverso dal calcio fatto da 22 persone in un campo di 100 metri.
La partita di calcetto è solitamente composta da due squadre di 5 persone e un organizzatore, i portieri non sono sempre presenti perché c’è tanta difficoltà nel trovare chi è disposto a passare quell’ora a settimana tra i pali. Per molti è semplicemente un’ora di sfogo o di spensieratezza dopo una dura giornata di lavoro, c’è chi invece la vede come la partita da vincere, come uno scontro tra amici che non si può perdere per non ricevere i soliti sfottò post-partita sul gruppo Whatsapp.
Per altri è tradizione, guai a chi gli tocca quel momento tanto divertente quanto importante… forse, solo quel decisivo match di Champions potrebbe fargli cambiare idea, ma di solito neanche esso, perché la partita di calcetto è necessaria e non si può dire di no.
Ma come nascono queste “partitelle”? Bisogna ringraziare l’organizzatore, colui che ha un settore nella sua rubrica telefonica solamente dedicato agli aspiranti calciatori che dovrà chiamare per riuscire ad arrivare a 10. La tipica persona che crede in te, che ti da la propria fiducia e che spera in un tuo “si”. È grazie a tutto il suo impegno se la partita va a buon fine, perché se non ci fosse lui, scomparirebbe l’essenziale partita di calcetto che scaccia per un’ora tutti i nostri pensieri e i nostri pesi.
Qui in penisola, di luoghi dove giocare la tanto amata partita, ce ne sono a bizzeffe, ognuno con i suoi pregi e i suoi difetti… ci sono campetti con gli spogliatoi non troppo puliti, quelli con l’erba sintetica troppo alta o magari altri ancora dove la partita la puoi anche registrare e rivedere i giorni seguenti. La decisione è sempre molto ardua, c’è chi preferisce un campo e chi preferisce l’altro, allora è proprio lì che l’organizzatore deve saper scegliere quale può andare bene alla maggior parte dei 10, insomma, ecco un’altra delle sue tante responsabilità.
Infine, volevo far comprendere l’importanza che ha questo momento nella vita di molti di noi, più che un passatempo, più che una semplice distrazione, come ho detto qualche rigo fa, un evento che è per tanti imperdibile, perché anche la neve, anche una pioggia torrenziale non riuscirà tanto facilmente a fermare quelle 10 persone pronte a dar tutto pur di divertirsi e amare ancor di più uno sport insieme ai propri amici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.